La prima bici al mondo con l’aria di riserva nel telaio

Il mondo delle biciclette potrebbe davvero arrivare ad una svolta epocale grazie a questa novità senza eguali

Parliamo oggi di un prodotto esclusivo che potrebbe davvero portare un grandioso cambiamento al mondo delle due ruote e dei ciclisti, una sorta di serbatoio d’aria di riserva utile nel caso in cui malauguratamente si fori la gomma della bici.

Al momento si tratta ancora di un progetto in fase di ricerca fondi, in effetti non è ancora in vendita, lo troviamo sulla piattaforma Kickstarter. Un prodotto unico che potrebbe davvero apportare una grande svolta al mondo delle biciclette, nel caso riuscisse ad essere veramente realizzato. Il suo nome è CHOKA, il progetto è stato realizzato da due designer industriali indipendenti, Joel e Claire.

Hanno creato una bicicletta innovativa (il settore oggi è ricchissimo di novità anche italiane) in grado di contenere, all’interno del telaio, una sorta di serbatoio di aria gonfiabile fino a 10 bar. Il progetto è stato pensato per tutti coloro che amano andare in bici e che però purtroppo a volte si imbattono nell’odiatissima foratura di una ruota. In questo caso, se la novità andasse a buon fine, i malcapitati ciclisti potrebbero utilizzare appunto questo elemento innovativo per proseguire la marcia. Lo scorso mese di ottobre i due ingegneri, creatori del serbatoio d’aria “portatile”, hanno pubblicato anche un video per illustrare il processo.

serbatoio choka_bici

Fonte: Kickstarter

Come abbiamo detto, al momento il progetto si trova ancora nella sua fase iniziale, sicuramente è un piano molto ambizioso per i due creatori e aspettiamo di vedere come andrà avanti questa novità (di recente abbiamo parlato anche di bici elettriche e novità made in Italy per il comparto). Claire e Joel, tra l’altro, vorrebbero realizzare in realtà due differenti modelli di bici dotati di questo loro nuovo serbatoio di riserva per aria, utile negli sfortunati episodi di foratura. Tra i piani dei due ingegneri ci sono una nuova mountain bike, che vorrebbero chiamare Agatha, e una gravel, per cui hanno scelto invece il nome Gravaël. Chiaramente al momento non possiamo fare altro che attendere e vedere se la nuova CHOKA avrà davvero fortuna e inizierà ad essere venduta sul mercato.

Così, dopo gli pneumatici senza aria testati sulle bici di cui abbiamo parlato qualche settimana fa, questi due abili ingegneri dichiarano: “Vogliamo creare biciclette semplici, divertenti e durevoli con un piccolo extra in caso di gomma a terra. Il nostro obiettivo è creare un marchio di bici che abbia quel qualcosa in più in caso di forature. Il nostro AIR SYSTEM è un sostituto molto leggero, semplice ed ecologico della pompa a mano. Con un telaio solido puoi rigonfiare i tuoi pneumatici da 2 a 3 volte a seconda del loro volume e della pressione desiderata. Tutti i telai CHOKA sono realizzati in alluminio per consentire un peso ridotto e una buona durata. La lega che scegliamo viene anodizzata dopo la saldatura per garantire una perfetta tenuta. Questo processo protegge anche la bici da urti e corrosione. L’alluminio è un materiale riciclabile e le nostre vernici sono scelte per il loro basso impatto ecologico”.

choka bici-serbatoio aria

Fonte: Kickstarter

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI La prima bici al mondo con l’aria di riserva nel telaio