Il nuovo programma di riciclo delle batterie delle e-bike

Nasce una prestigiosa partnership tra Specialized e Redwood Materials per riciclare gli accumulatori di energia

Inizia il nuovo programma di riciclo delle batterie delle e-bike grazie alla collaborazione che Redwood Materials, un’azienda del Nevada specializzata in energie rinnovabili, ha intrapreso insieme a Specialized, il terzo più grande produttore di biciclette negli Stati Uniti d’America.

Il piano della partnership è quello di iniziare un nuovo programma di riciclo delle batterie montate sulle e-bike, in modo tale da ridurre l’impatto ambientale dei componenti: il progetto partirà inizialmente negli USA, dove entro la fine dell’anno, ogni batteria del marchio californiano passerà da Redwood Materials. Successivamente l’iniziativa verrà ampliata anche ad altri Paesi in giro per il mondo.

In un momento storico in cui la mobilità a zero emissioni sta guadagnando fette di mercato sempre più importanti, si fa un gran parlare del riciclo delle batterie delle auto elettriche e di come le Case automobilistiche intendano gestire la questione. Tuttavia c’è un altro settore costretto a fare i conti con lo stesso problema: quello delle bici elettriche.

Negli ultimi mesi c’è stato un vero e proprio boom di vendita di e-bike che diventano sempre più smart: il mercato è in continua espansione e gli analisti prevedono che entro il 2023 saranno vendute qualcosa come 130 milioni di e-bike in tutto il mondo. Numeri importanti per il settore delle due ruote che ha trovato nelle bici elettriche il traino per rilanciare le proprie quotazioni.

All’aumento delle vendite delle e-bike, corrisponde ovviamente un aumento delle batterie che alla fine del proprio ciclo vitale, dovranno essere smaltite. La questione riguarda il mondo della mobilità green a 360 gradi, coinvolgendo anche auto e moto: non a caso Honda, Piaggio, KTM e Yamaha hanno stretto un accordo per condividere le batterie intercambiabili degli scooter elettrici.

Che fine faranno gli accumulatori di energia delle biciclette quando saranno dismessi? La partnership tra Specialized e Redwood Materials nasce proprio per risolvere questo problema. Bisogna tenere presente che una bici normale, se bene tenuta, può avere una vita lunghissima. Le batterie, però, dopo circa 4-6 anni possono dover essere sostituite.

La collaborazione tra Specialized e Redwood Materials funzionerà in questo modo: il produttore di bici si preoccuperà di recuperare gli accumulatori delle e-bike attraverso la propria rete di rivenditori e le invierà allo stabilimento della startup che si trova in Nevada. A questo punto i tecnici di Redwood Materials andranno a valutare quali parti delle batterie possono essere riutilizzate, come i fili, la plastica e i connettori. In seguito, attraverso un procedimento chimico, vengono estratti gli elementi che possono essere utilizzati nuovamente per creare nuove batterie, come il nichel, il cobalto e il rame.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il nuovo programma di riciclo delle batterie delle e-bike