Le batterie al litio-metallo di ultima generazione: autonomia da record

General Motors è pronta a lanciare sul mercato le nuove batterie al litio-metallo

In un momento storico in cui il settore dell’automobilismo tende sempre di più all’elettrico, le aziende concentrano i propri sforzi verso le batterie: il lavoro di sviluppo è finalizzato ad aumentare ulteriormente l’autonomia delle vetture a zero emissioni. In particolare General Motors punta sulle batterie al litio-metallo di ultima generazione.

L’azienda statunitense, produttrice di marchi come Cadillac, Chevrolet, GMC, Holden e Buick, attraverso una conferenza stampa online del suo presidente Mark Reuss, ha fornito maggiori dettagli al pubblico sulle batterie al litio-metallo, annunciando un accordo di sviluppo congiunto insieme all’azienda SolidEnergy Systems.

Il presidente di General Motors Mark Reuss, nel corso della conferenza stampa, ha annunciato con entusiasmo i tre principali vantaggi delle nuove batterie: i costi di produzione ridotti, le prestazioni elevate e l’alta densità energetica. Le batterie al litio-metallo consentirà alle auto di raggiungere gli 800-1.000 km di autonomia con una singola ricarica.

Sul fronte dell’autonomia si sta combattendo una vera e propria battaglia tra tutti i costruttori, impegnati a lavorare per sviluppare soluzioni sempre migliori: Tesla produrrà un camion elettrico con 1000 km di autonomia, un esemplare destinato a rivoluzionare per sempre il mondo dei trasporti, mentre l’azienda cinese CATL sta lavorando allo sviluppo di una tecnologia che integra le celle delle batterie con il telaio delle auto.

General Motors che nei mesi scorsi ha annunciato la volontà di produrre il primo esemplare di Hummer elettrico, si concentra sulle batterie al litio-metallo: i primi prototipi di queste celle sono già stati testati per oltre 150.000 miglia presso i laboratori del Global Technical Center di Warren, in Michigan.

Per accelerare la commercializzazione delle batterie al litio-metallo, la General Motors sta lavorando con diverse aziende del settore: la volontà è quella di lanciarle il prima possibile così da alloggiarle sulle vetture e immetterle nel mercato delle auto elettriche in continua ascesa.

Nei piani di General Motors c’è la volontà di presentare oltre 30 nuovi modelli di auto elettriche entro il 2025: non a caso l’azienda a stelle e strisce ha già investito più di 27 miliardi di dollari nello sviluppo delle tecnologie destinate alla realizzazione di vetture a zero emissioni. Di questi, 2 miliardi di dollari sono destinati allo stabilimento di Spring Hill, nel Tennessee, dove verranno prodotti diversi modelli, inclusa Lyriq, la prima Cadillac elettrica della storia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Le batterie al litio-metallo di ultima generazione: autonomia da recor...