La batteria per caricare ovunque le auto elettriche

Un’idea davvero rivoluzionaria quella di SparkCharge, un progetto che riprende vita con tante migliorie

Parliamo oggi della seconda incarnazione di un lavoro importante svolto dalla SparkCharge, per cambiare quelle che sono le abitudini dei possessori di auto elettriche, che oggi si stanno diffondendo sempre più sul mercato internazionale.

La mobilità a zero emissioni non ha confini e sta acquisendo sempre più importanza, non è così difficile immaginare oggi un futuro fatto di sole motorizzazioni elettriche, di vetture che consumano poco e inquinano ancora meno. Ci sono delle difficoltà per il settore, la maggiore è senza dubbio l’ansia da ricarica dei proprietari di queste macchine e la scarsa diffusione di colonnine e infrastrutture per la ricarica sul territorio.

In questo scenario riprende vita il progetto di SparkCharge, che arriva con delle migliorie apportate sui moduli base, che ora sono da 3.5 kWh e che possono essere impilati. Si tratta, nel dettaglio, di una sorta di caricabatterie portatile per auto, che funziona come un power bank per smartphone. Infatti, può essere collegato all’auto elettrica per fornire una ricarica d’emergenza in ogni luogo e situazione. Si chiama Roadie, ed è il sistema di ricarica portatile da 20 kW realizzato appunto da SparkCharge, società che si trova nel Massachusetts.

ricarica portatile auto

Fonte: SparkCharge

Durante lo SparkDay, evento che la società crea ogni anno, è stato svelato appunto il nuovo power bank per auto elettriche, sottoposto di recente ad una serie di test approfonditi e valutazioni molto accurate in California. Si tratta in realtà del secondo modello di Roadie, che utilizza moduli batteria da 3.5 kWh effettivi.

Sul mercato verranno lanciati ben quattro differenti modelli di Roadie, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Il primo da due moduli e 7 kWh, in grado di fornire energia per percorrere 40 km, poi il Roadie da tre moduli, 10.5 kWh e energia per 65 km, il sistema a quattro moduli da 14 kWh e circa 90 chilometri di autonomia aggiuntiva e infine il più grande in assoluto, che utilizza cinque moduli, per un totale di 17.5 kWh 120 chilometri in più di autonomia.

Per quanto riguarda i tempi di ricarica, secondo la società SparkCharge che ha realizzato questo nuovo sistema, con dieci minuti circa di ricarica si fornisce all’auto elettrica un’autonomia aggiuntiva di circa 16 chilometri. Al momento Roadie è compatibile con un unico connettore per ricarica rapida CHAdeMO, la nuova versione CCS per l’Europa arriverà a breve.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI La batteria per caricare ovunque le auto elettriche