Peugeot 508: l’ammiraglia si rinnova

Cambierà e molto 508, puntando al segmento premium in stile 5008 e Ds

L’abbiamo vista a Ginevra ma arriverà nei concessionari a settembre in versione berlina e agli inizi del 2019 in versione station. Si fa più matura 508, pronta non solo a rivaleggiare con le concorrenti di sempre quali Ford Mondeo e Volkswagen Passat ma punta al bersaglio grosso, quello delle berline di classe superiore dove troneggiano Audi A4 e Mercedes classe C.

Per competere nel segmento Premium gli artigli del leone di Peugeot si fanno affilati soprattutto nell’ambito del design con un esterno più raffinato e caratterizzato da posteriore più sfuggente con una firma luminosa posteriore allargata, a LED trasversali. La vettura perderà inoltre qualche centimetro passando dagli attuali 4 metri e 83 centimetri agli stimati 4 metri e 75 centimetri. 508 sarà anche più bassa quasi a suggerire una nuova sportività e un’anima da “quasi coupé”.

Gli interni saranno simili a quelli tecnologici di 5008 ma maggiormente curati in termini di finitura e utilizzeranno l’ultima versione di i-Cockpit. Il volante sarà di diametro ridotto abbinato al display da 12,3 pollici della strumentazione e a quello capacitivo da 8 o 10 pollici dell’infotainment, dal quale si comanderanno le principali funzioni del veicolo riducendo al minimo i comandi fisici.

La strumentazione offrirà sei modalità di visualizzazione personalizzabili, mentre la console centrale andrà a ospitare il comando one-touch del cambio automatico. Sulla 508 sarà inoltre disponibile anche la variante i-Cockpit Amplify, che attraverso l’illuminazione, i suoni dell’impianto audio Focal e i sedili Agr con regolazioni elettriche e funzione massaggio offrirà il massimo confort e la selezione tra gli ambienti Boost e Relax.

I settaggi influenzeranno anche gli assetti di guida che passano da Eco-sport, Comfort e Normal, dove a cambiare sono i parametri di assetto e di rapidità della cambiata.

Per la gamma motori molte conferme e qualche new entry, ad esempio con il nuovo 1.5 BlueHDi da 130 e 160 Cv, mentre il 2.0 litri turbodiesel da 180Cv sarà abbinato al nuovo cambio automatico a 8 rapporti già previsto sul SUV Ds 7 Crossback.

La gamma propulsori includerà anche motori a benzina come il 1.6 Puretech declinato da 180 e 225 Cv; dovrebbe arrivare più avanti anche una Peugeot 508 ibrida plug-in con 50 km di autonomia in solo elettrico e, forse, la trazione integrale fornita proprio dalla spinta dell’elettrico sull’assale posteriore.

Peugeot 508 interno

MOTORI Peugeot 508: l’ammiraglia si rinnova