Volvo, maxi richiamo di auto per un guasto alle cinture

Tanti gli esemplari che presentano questo difetto, la Casa richiama i modelli realizzati dal 2006 al 2018

Maxi richiamo per Volvo, probabilmente il più grande di sempre. La motivazione è da ricercare nelle cinture di sicurezza, lo ha reso noto il sito britannico Autoexpress. Sono tanti i modelli che presentano questo difetto.

Si tratta infatti in tutto di 2.2 milioni di auto realizzate a partire dal 2006 fino al 2018. Nel Regno Unito si stimano 169.481 vetture colpite in tutto. Il maxi richiamo di Volvo riguarda però tutto il mondo, il danno è legato ad un cavo di sicurezza difettoso, che potrebbe subire un eccessivo affaticamento e quindi andare a indebolire l’azione delle cinture, fondamentale per la sicurezza del guidatore e dei passeggeri in auto.

Gli esemplari colpiti dal più grande richiamo per la Casa sono Volvo S60, S60 Cross Country (la berlina crossover), V60, V60 Cross Country, XC60, V70, XC70 e S80, realizzati, come abbiamo detto, dal 2006 al 2018. Secondo le dichiarazioni di Volvo, i casi in cui si manifestano i guasti “sono rarissimi”, purtroppo però potrebbe succedere che i danni a questo cavo, che è posizionato all’interno di una guaina di gomma all’esterno dei sedili, in casi estremi vadano a diminuire anche di molto la funzione fondamentale delle cinture di sicurezza, ovvero quella di ritenuta del passeggero.

Il richiamo avviene a seguito di differenti segnalazioni che i clienti hanno fatto all’azienda, in merito a lesioni o incidenti causati appunto da questo danneggiamento. Volvo ha voluto porgere ovviamente le sue scuse: “Ci scusiamo per l’inconveniente che abbiamo causato ai nostri clienti e siamo grati per la loro collaborazione mentre cerchiamo di eseguire questa azione precauzionale”.

La Casa d’auto svedese ora è di proprietà della cinese Geely (che produce auto elettriche low cost). Più di 60 anni fa, esattamente nel 1959, inventò la cintura di sicurezza a tre punte, sotto la guida dell’ingegnere Nils Bohlin. Il brevetto di questo nuovo sistema fu reso noto dalla Volvo, l’obiettivo infatti era che tutte le altre aziende del settore potessero montare l’inedito dispositivo salvavita al prezzo di costo.

E così, dopo il maxi richiamo avvenuto lo scorso anno, sempre nel mese di luglio, Volvo deve far fronte a questo, e ci mette il massimo impegno. Nel 2019 il problema riguardava mezzo milione di auto nel mondo ed era da ricercare in una componente all’interno del vano motore, che rischiava di fondersi, deformarsi o sciogliersi ed essere pericolosa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Volvo, maxi richiamo di auto per un guasto alle cinture