Volkswagen dice addio al New Beetle: la storica auto Maggiolino

Volkswagen manda in pensione il Maggiolino. La casa tedesca ha infatti deciso di sospendere la produzione del Maggiolino nell’impianto di Puebla, in Messico, l’unico nel mondo rimasto a produrre il New Beetle, si fermerà nel luglio 2019. E il suo ultimo anno di vita sarà celebrato con due edizioni speciali: la Final Edition SE e la Final Edition SEL.

La decisione arriva in un momento in cui il colosso tedesco ha deciso di puntare con decisione sulle auto elettriche e i veicoli più grandi orientati alla famiglia, ha spiegato Hinrich Woebcken, amministratore delegato di Volkswagen Group of America, senza tuttavia chiudere definitivamente le porte ad una futura versione elettrica: ‘Mai dire mai’, ha detto in una dichiarazione.

Nel prossimo futuro, la Volkswagen potrebbe infatti pensare ad una nuova generazione di Maggiolino, alimentata però esclusivamente da motori elettrici.

La storia di questo storico modello nasce nel 1946, ma il progetto di un’auto popolare era partito 10 anni prima per volontà di Adolf Hitler, che voleva un mezzo di trasporto privato per tutti i tedeschi.

Dalla sua nascita in poi, il Maggiolino è diventato un simbolo, acquistato da migliaia di automobilisti in tutto il mondo, tanto da essere modernizzata nel 1998 e sottoposta a restyling nel 2011. Vista la sua importanza storica, la Volkswagen non intende mandare definitivamente in pensione il “suo” Maggiolino, ma vuole dargli nuova rilevanza nel mercato elettrico.

MOTORI Volkswagen dice addio al New Beetle: la storica auto Maggiolino