Volkswagen chiude le fabbriche per due settimane

Tra le tante realtà che chiudono i battenti si aggiunge anche Volkswagen

La situazione che stiamo vivendo sembra surreale, eppure purtroppo è la dura realtà. L’emergenza per il Coronavirus sta mettendo in ginocchio il nostro Paese, non ce lo aspettavamo, siamo rimasti sorpresi perché forse un po’ tutti abbiamo sottovalutato il dramma che stavamo vivendo.

L’epidemia coinvolge l’Italia ma anche gli altri Paesi europei e il resto del mondo, per questo motivo anche il Gruppo Volkswagen ha deciso di chiudere le fabbriche e di bloccare la produzione in tutti gli stabilimenti che si trovano in Europa, per almeno 15 giorni. Abbiamo già assistito alle diverse altre realtà del settore automotive che hanno deciso di chiudere, come ad esempio FCA, Ferrari, Lamborghini e due giorni fa anche il Gruppo francese PSA ha stoppato momentaneamente tutti i lavori.

Questo ha spinto anche il costruttore di Wolfsburg a prendere il difficile provvedimento, la decisione è stata comunicata da parte di Herbert Diess, amministratore delegato di Volkswagen, durante la conferenza stampa annuale sul bilancio 2019. Lo stesso ha affermato che questa scelta è legata a differenti fattori connessi all’epidemia di Coronavirus. Infatti le forniture purtroppo hanno subito un rallentamento significativo e la domanda di mercato purtroppo è peggiorata.

La chiusura delle fabbriche in Europa sarà disposta in maniera graduale, come ha spiegato il numero uno di Volkswagen, Herbert Diess, fino al completamento, che avverrà entro l’ultimo turno lavorativo di venerdì prossimo. La dichiarazione è stata la seguente: “Dobbiamo fare tutto il possibile per rallentare la diffusione del virus. La maggior parte degli stabilimenti tedeschi ed europei si sta preparando a interrompere la produzione, probabilmente per due settimane”.

Volkswagen ha preso la decisione seguendo l’esempio di moltissime altre fabbriche del settore automotive. Era già da alcuni giorni che si sospettava che la Casa potesse fare questa scelta, soprattutto dopo che sono stati confermati alcuni casi di soggetti positivi al tampone del Coronavirus tra lo stabilimento di Baunatal e la fabbrica di Wolfsburg, in Germania.

Speriamo che la situazione possa davvero migliorare in tempi brevi, che tutto possa tornare man mano alla normalità, ovviamente prima di tutto a livello umano e per la salute di tutti noi, poi penseremo alla ripresa economica, e tutti potremo tornare a vivere e lavorare serenamente.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Volkswagen chiude le fabbriche per due settimane