Volkswagen e l’accordo con Siemens per migliorare la sicurezza stradale

Nuove tecnologie messe a punto per implementare il livello della sicurezza alla guida

I due grandi colossi, rispettivamente nei mondi delle auto e della tecnologia, hanno creato una partnership con obiettivi importanti.

Il Gruppo Volkswagen e Siemens sono le due realtà in oggetto, che hanno stabilito e firmato un accordo per sviluppare la tecnologia WLANp e l’intelligenza artificiale IA. Il fine di questo patto è volto al miglioramento ulteriore della sicurezza sulle strade, soprattutto in prossimità degli incroci, alcuni molto pericolosi e caratterizzati, purtroppo, da un’alta percentuale di incidenti. I nuovi sistemi che metteranno a punto le due società permetteranno un’implementazione dello scambio di informazioni tra le vetture in circolazione e le infrastrutture digitali di trasporto locale.

Il progetto Car2X ha dato il via alla sperimentazione della tecnologia WLANp, che oggi è già in fase avanzata, proprio perché a partire dal 2019 sarà disponibile su alcune macchine della Casa Volkswagen. A Wolfsburg quindi il personale sta testando i nuovi dispositivi, il tratto in cui vengono provati fa parte di una delle strade principali e più trafficate della città tedesca.

Se vogliamo esprimerci sulla tecnologia IA, allora possiamo dire che verrà integrata nella segnaletica stradale, utile per avere informazioni ancora più precise sullo stato dei semafori, grazie alla geolocalizzazione attiva degli smartphone. La comunicazione tra i veicoli e le infrastrutture sarà veramente efficace, però, solo nel momento in cui Volkswagen e Siemens potranno beneficiare di una struttura vincolante per la guida connessa, resa disponibile dall’Unione Europea e basata sulla tipologia di linguaggio unico, per uniformare tutti i Paesi.

Quello che possiamo dire invece sintetizzando ciò che è la tecnologia WLANp del progetto Car2X di Volkswagen, è che è in grado di fare una rielaborazione dei dati trasmessi per avvisare il conducente. Questi dispositivi si servono dei nuovi dieci sistemi di segnalazione del traffico, che inviano ai veicoli i dati sullo stato dei semafori, informando su quella che comunemente chiamiamo onda verde, utile per poter sfruttare l’esigenza di marcia, per evitare quindi di frenare bruscamente e all’improvviso o anche di accelerare in maniera superflua, quando non è necessario. Gli stessi dati forniti possono essere utilizzati anche dai sistemi di assistenza alla guida per gestire il veicolo senza che ci sia bisogno dell’intervento del conducente, e la sicurezza migliora anche grazie ai sensori radar su strada che avvisano della presenza di altri utenti, quali pedoni o ciclisti, in incroci complessi oppure negli angoli ciechi.

MOTORI Volkswagen e l’accordo con Siemens per migliorare la sicurezza&n...