Stellantis debutta in Borsa, a Mirafiori sventola la nuova bandiera

Completata la fusione tanto attesa, i titoli del nuovo Colosso dell’automotive volano in Borsa

Il grande annuncio è che oggi, a seguito del completamento della fusione di Groupe PSA e FCA del 16 gennaio 2021, la nuova società combinata è stata ribattezzata Stellantis, è stato nominato il Consiglio di Amministrazione ed è entrato in vigore lo Statuto.

Il Consiglio di Amministrazione di Stellantis è composto da due amministratori esecutivi, John Elkann (presidente) e Carlos Tavares (amministratore delegato), e dai seguenti nove amministratori non esecutivi, Robert Peugeot (vice presidente), Henri de Castries (direttore indipendente senior, in qualità di voorzitter ai sensi della legge olandese), Andrea Agnelli, Fiona Clare Cicconi, Nicolas Dufourcq, Ann Frances Godbehere, Wan Ling Martello, Jacques de Saint-Exupéry e Kevin Scott.

Il Consiglio di Amministrazione ha nominato anche un Comitato per il Controllo, un Comitato per la Remunerazione e un Comitato per la Governance e la Sostenibilità. Finalmente debutta la società tanto attesa, di cui abbiamo parlato molto lo scorso anno, nata dalla fusione fra Fiat Chrysler Automobile e Groupe Peugeot. Una realtà dall’ampiezza internazionale, lo dimostra il fatto che le sue azioni saranno quotate su tre mercati di riferimento, Borsa Italiana, dove debuttò Fiat nel 1903, Euronext Paris, mercato della Peugeot, e Nyse, mercato di riferimento di Chrysler.

A Milano e Parigi, in occasione della fusione, si è svolta una grande cerimonia. John Elkann e Carlos Tavares hanno finalmente dato il via al nuovo corso della storia dei rispettivi Gruppi, ora uniti sotto il nome di Stellantis. Il debutto al Nyse è previsto per domani, martedì 19 gennaio 2021. In seguito Tavares incontrerà per la prima volta ufficiale i giornalisti, ovviamente online (a causa delle restrizioni per la pandemia di Coronavirus).

Il titolo Stellantis è partito a un primo prezzo di 12,758 euro rispetto a un prezzo di riferimento di 12,57 euro, si è poi attestato a 12,866 euro in rialzo del 2,35%. Le azioni FCA hanno chiuso a Milano in ribasso del 4,35% a 12,57 euro, dopo il gran “guadagno” del giorno prima. Il Gruppo italo-americano ha così chiuso con una capitalizzazione inferiore ai 20 miliardi, lontana dagli antichi splendori, nel 2018, quando valeva più di 30 miliardi. Stellantis vedrà EXOR come azionista, con una “notevole influenza”. La governance del nuovo Gruppo garantisce la presenza delle due storiche Case d’auto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Stellantis debutta in Borsa, a Mirafiori sventola la nuova bandiera