Spostamenti in auto a Natale: le regole da rispettare

Sta arrivando il Natale, siamo agli sgoccioli. Domani scatta la zona rossa, come possiamo spostarci in auto

Zona rossa da domani, 24 dicembre. Quest’anno il Natale sarà un po’ particolare, in un anno difficile come il 2020, si cerca di contenere la diffusione del Coronavirus (che ha sconvolto le nostre vite) anche durante i giorni delle festività natalizie.

Nonostante le restrizioni, seguendo alla lettera le regole, sarà possibile spostarsi in auto per raggiungere parenti e amici e festeggiare (al massimo due persone non conviventi). Tanti si spostano per raggiungere il proprio luogo di residenza o le seconde case, e molti di loro scelgono di usare la macchina per i loro viaggi. È bene comunque sapere come fare per non rischiare le pesanti multe che vanno da 400 a 1000 euro.

È scattato lunedì 21 dicembre il blocco della mobilità tra le Regioni, chi si sposta oggi deve quindi presentare autocertificazione per dimostrare che lo fa per motivi di lavoro, di salute, di necessità o per far ritorno alla propria residenza, domicilio o abitazione dove, secondo quanto dichiarato dal nuovo Decreto, è possibile andare per ricongiungersi con il proprio partner (nel caso in cui si vive o si lavora in una città differente).

E come bisogna comportarsi all’interno della propria auto? Anche qui ci sono delle regole ferree da seguire: innanzitutto il conducente deve stare da solo davanti, nessuno si può sedere sul sedile di fianco, a meno che non sia una persona convivente. Secondo la norma poi: “Sui sedili posteriori nelle ordinarie vetture, al fine di rispettare le distanze di sicurezza, non potranno essere trasportati, distanziati il più possibile, più di due passeggeri qualora muniti di idonei dispositivi di sicurezza”, il posto dietro al centro quindi deve essere lasciato libero, per garantire la distanza, nel rispetto delle regole anti-Covid.

In auto, anche il conducente (chiaramente le regole valgono solo per i soggetti non conviventi) deve sempre portare la mascherina, anche se è davanti da solo. Può non metterla solo se è stata installata una barriera divisoria tra i sedili. Oltre ai conviventi nella stessa unità abitativa, sono liberi da queste regole anche “i congiunti e le persone che intrattengono rapporti interpersonali stabili”, nel Dpcm del 3 dicembre è specificato che “nell’eventuale fase di accertamento della violazione alla prescrizione del distanziamento interpersonale, potrà essere resa autodichiarazione della sussistenza della predetta qualità”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Spostamenti in auto a Natale: le regole da rispettare