Scatta l’ecotassa, scopri ”come aggirarla”

Ci sono dei piccoli accorgimenti da tenere presente per evitare la stangata sull'acquisto della nuova auto

L’Ecotassa entrerà in vigore a breve, a partire dal 1° marzo 2019, provvedimento a vantaggio delle auto meno inquinanti.

Una decisione che, come tutti sappiamo, è stata presa in ambito della nuova Legge di Bilancio e che prevede il pagamento di una somma extra per tutti coloro che comprano la macchina nuova, solo se la scelta ricade su una vettura che supera un certo livello di emissioni di CO2, in base a differenti fasce approvate. Sin dall’inizio questa tassa è stata motivo di discussione ed è per questo che ci si continua a chiedere se sia giusta o sbagliata. Sono in molti a credere che in Italia l’imposta non funzionerà per niente. La tesi è sostenuta e appoggiate da delle motivazioni che hanno basi solide.

Il pagamento dell’Ecotassa scatta se si superano i 160g/km di emissioni di CO2. Ci sono però dei segreti che possiamo svelarvi, utili per evitare questo aumento sul prezzo delle nuove auto. Il primo punto da chiarire è che il meccanismo bonus-malus avrà inizio tra poco e terminerà alla fine del 2021 e poi che le auto maggiormente colpite dall’Ecotassa saranno limitate. Ad esempio per quanto riguarda i diesel saranno praticamente solo i suv di lusso e alcune station wagon a trazione integrale a rimetterci. Non dimentichiamo però che questo tipo di motorizzazione è penalizzata dai continui blocchi al traffico nelle grandi città italiane.

Per quanto riguarda invece le vetture alimentate a benzina il discorso è differente, anche perché sono molti i modelli che riescono a stare sotto la soglia dei 160 g/km di emissioni di CO2. Quindi è facilmente evitabile il pagamento dell’Ecotassa se ci si rivolge a questo tipo di macchine. C’è un altro piccolo trucchetto che può essere utile per riuscire a non pagare questo malus. Si tratta della valutazione delle auto usate più recenti. Ci sono infatti alcune versioni top di gamma garantite direttamente dalle Case costruttrici che permettono di aggirare l’Ecotassa.

Tutto questo discorso serve a farvi tenere gli occhi ben aperti e, se avete intenzione di comprare una macchina nuova a partire dal 1° marzo 2019, allora potete semplicemente fare attenzione al livello di emissioni di CO2 dichiarato e anche a questi piccoli accorgimenti per evitare la stangata. Abbiamo visto che basta essere solo un pelo sgamati e attenti per sfuggire alla tanto temuta Ecotassa.

MOTORI Scatta l’ecotassa, scopri ”come aggirarla”