Incentivi e rottamazione auto: serve una scossa dal Governo

"Adesso il compartimento dell'automotive ha bisogno di aiuto", ha ammesso il vice ministro Giancarlo Cancelleri a Radio 24.

Il caos regna ancora sovrano, ma il bonus molto probabilmente ci sarà. Come rilevano i dati del Ministero dei Trasporti, il primo mese di riaperture delle concessionarie italiane ha visto le immatricolazioni diminuire del 49,61% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

Il settore auto, tra i più duramente colpiti dalla crisi Covid, dovrebbe essere sostenuto da alcune misure specifiche che il Governo Conte sta vagliando in questi giorni.

In Germania, Francia e Spagna sono stati già adottati piani specifici per risollevare il settore auto dalla crisi post Coronavirus. In Italia ci sono stati alcuni provvedimenti, ma la filiera non li ritiene sufficienti ad evitare che l’Italia perda di competitività e nel Decreto Rilancio ci sono alcune nuove ipotesi di incentivi.

Mercoledì 24 giugno il provvedimento sarà in Parlamento.

Adesso il compartimento dell’automotive ha bisogno di aiuto”, ha ammesso in un’intervista il vice ministro Giancarlo Cancelleri a Radio 24.

I veicoli elettrici e ibridi sono gli unici, per il momento, a godere di stimoli all’acquisto stanziati nelle precedenti finanziarie. Il settore dell’auto ha bisogno di provvedimenti di più ampio respiro, come quello dell’invenduto causato dal lockdown, che ricadono sulla produzione.

Agli Stati Generali dell’Economia in corso a Roma il Presidente dell’ANFIA (l’Associazione che rappresenta le case auto operanti in Italia), Paolo Scudieri, ha ricordato la necessità di un piano ad hoc che sostenga il settore auto.

Per  ANFIA  serve l’istituzione di un premio temporaneo per autovetture e veicoli commerciali in stock presso i concessionari e i produttori (quelli prodotti in data antecedente al 25 marzo 2020 e accumulati sui piazzali durante il lockdown) con contestuale rottamazione di un veicolo di pari categoria da Euro 0 a Euro 4.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Incentivi e rottamazione auto: serve una scossa dal Governo