Al via gli incentivi auto: i Comuni dove si risparmia fino a 10mila euro

Da oggi partono i Bonus statali attivi fino al 31 dicembre 2020, come accedervi e quanto si risparmia

Al via gli Ecobonus, da oggi è possibile prenotare sul sito apposito l’incentivo per l’acquisto di auto a basse emissioni, con le novità introdotte nel Decreto Rilancio. Sono stati messi disposizione altri 50 milioni di euro, oltre ai 100 milioni di euro per il 2020 e 200 milioni per il 2021.

All’Ecobonus richiedibile online, si aggiungono anche gli sconti che verranno concessi direttamente dai venditori. Gli incentivi vanno da un minimo di 1.750 euro fino a 10.750 euro e si possono sommare inoltre ai bonus previsti anche a livello locale, dalle Regioni e dai Comuni. Una cosa importante da ricordare c’è, gli incentivi locali sono ridotti, perché i fondi sono limitati e quindi potrebbero esaurirsi in pochissimo tempo.

Nel dettaglio possiamo dire che in Emilia Romagna sono previsti bonus per chi compra una vettura ibrida, la Regione offre un contributo per 3 anni, il bando bollo di massimo 191 euro. La richiesta può essere effettuata dai residenti che acquistano un’ibrida di prima immatricolazione ad uso privato con alimentazione benzina-elettrico, benzina-idrogeno, gasolio-elettrico, metano-elettrico o gpl-elettrico. I cittadini interessati devono registrarsi sulla piattaforma web dell’ente, il contributo viene erogato una volta all’anno, dal 2020 al 2022, per un massimo di 573 euro per auto.

Passiamo poi alla Lombardia, ma stavolta ci riferiamo ad una città in particolare, Milano, in cui gli incentivi auto sono tra i più convenienti:

  • per le auto a benzina Euro 6, contributo pari al 50% del costo totale, massimo 4.000 euro, obbligo di rottamazione;
  • per le auto Gpl o benzina/Gpl e metano o benzina/metano, contributo pari al 50% del costo totale, massimo 5.000 euro, obbligo di rottamazione;
  • per le auto ibride, contributo pari al 60% del costo totale, massimo 6.000 euro, obbligo di rottamazione;
  • per le auto elettriche, contributo pari al 60% del costo totale con obbligo di rottamazione, importo massimo del contributo 9.600 euro.

A L’Aquila si può richiedere un contributo a fondo perduto pari al 30% del costo totale del veicolo elettrico comprato, per un valore massimo di 8.000 euro per tutti coloro che hanno Partita IVA e accedono al bonus, 4.000 euro massimo invece per i cittadini privati che hanno diritto all’Ecobonus statale. L’incentivo non è cumulabile con quelli concessi da altri soggetti pubblici (solo con Ecobonus statale per l’acquisto e la rottamazione).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Al via gli incentivi auto: i Comuni dove si risparmia fino a 10mila eu...