Il superbus sopraelevato ‘Made in China’? Una truffa da 20 milioni

Finanziato tramite piattaforma 'peer-to-peer, il progetto dell'autobus soprelevato è miseramente fallito

 

Ricordate l’impressionante Transit Elevated Bus (o TEB), l’autobus cinese ‘sopraelevato’ che scivolava lungo i binari passando sopra gli altri veicoli della città e che, per inciso, potete ammirare nel video qui sopra? Ecco s’è rivelata un’enorme truffa da oltre venti milioni di euro.

Secondo quanto riportato dai media locali, il nuovo TEB è stato infatti l’ennesimo inganno perpetrato tramite servizi di prestiti online ‘peer-top-peer’ che stanno spopolando in Cina e che, anche per questo, son stati spesso sfruttati per raggirare investitori attratti da possibili guadagni a due cifre di percentuale.

Nato alcuni anni fa e poi abbandonato per problemi sulla fattività tecnologica, il progetto TEB era stato ripreso qualche tempo fa da Bai Zhiming, un imprenditore di Pechino, che tramite la piattaforma di finanziamenti P2P tra privati Bai Zhiming era riuscito a raccogliere oltre 20 milioni di euro. Il tutto, ovviamente, promettendo guadagni con interesse oltre il 12% e addirittura prima dell’utilizzo reale della tecnologia.

Tuttavia, alla fine il progetto è saltato, anche se non è chiaro quali siano stati i motivi. Al momento, sembra – come accaduto per i piani originari – che ci fossero problemi tecnici: ad esempio, il TEB rischiava di ribaltarsi, non riusciva passare sotto molti dei ponti urbani e non era alto a sufficienza da passare sopra tutte le auto.

In attesa di capire cosa accadrà al TEB, intanto – almeno secondo quanto dichiarato da un dirigente della stessa piattaforma Huaying Kailai – almeno 200 investitori avrebbero già chiesto il rimborso di quanto sborsato. Come si dice ‘in bocca al lupo’ in cinese?

MOTORI Il superbus sopraelevato ‘Made in China’? Una truffa da 20...