Dimezzato lo sconto sulla benzina: prezzi in salita

Da oggi aumentano ancora i prezzi del carburante in Italia, a causare la nuova impennata dei costi alla pompa è la ridefinizione del taglio delle accise

Benzina, diesel e GPL da oggi costeranno di più. È quello che succede a partire dal primo dicembre in tutta Italia, a causa del nuovo decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 274 del 23 novembre, in cui si decide di ridefinire il taglio delle accise. Le aliquote più alte portano a uno sconto minore rispetto a quello a cui siamo stati abituati in questi mesi, si passa quindi da un ribasso di circa 30 centesimi al litro, a 18 centesimi circa.

Questo ovviamente farà aumentare notevolmente il prezzo del carburante in tutto il Paese, è inevitabile, come era già stato annunciato una settimana fa. Il decreto legge n. 179 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 274 del 23 novembre 2022 ridetermina le accise su benzina, gasolio e gas.

Prezzi carburante ancora in aumento

A partire da oggi 1° dicembre, e probabilmente fino alla fine dell’anno, saranno in vigore i nuovi valori e quindi cambia lo sconto sul prezzo alla pompa, passando da 30 a 18 centesimi circa, quasi la metà.

Non ci saranno variazioni solo per il metano, visto che nel decreto non è stato inserito alcun intervento a riguardo. È chiaro a tutti che con l’aumento delle aliquote di accisa aumenteranno anche i prezzi del carburante, che erano tornati da poco a livelli “normali”. Rincari che si aggiungono alla già difficile situazione del nostro Paese, in cui l’inflazione e il caro bollette pesano notevolmente su tutte le famiglie.

Il Codacons e altre associazioni dei consumatori si fanno sentire; la decisione del Governo chiaramente farà impennare i prezzi, e per molti cittadini sarà un dramma.

I prezzi del carburante in Italia oggi

Ci arriva proprio questa mattina, pochi minuti fa, l’aggiornamento dei prezzi da Staffetta Quotidiana, che parla di un gran balzo in avanti per i carburanti, dopo che a mezzanotte è scattato l’aumento delle accise deciso la scorsa settimana dal Governo. In forte rialzo anche le quotazioni dei prodotti raffinati.

Salgono dunque i prezzi sulla base delle nuove aliquote:

  • per la benzina si passa da 478,40 euro per mille litri a 578,40 euro per mille litri;
  • per il gasolio usato come carburante da 367,40 euro per mille litri a 467,40 euro per mille litri;
  • per il GPL carburante da 182,61 euro per mille kg a 216,67 euro per mille kg.

Secondo quanto leggiamo sul report di Staffetta Quotidiana, l‘aumento è pari a 100 euro per mille litri su benzina e gasolio (10 centesimi al litro, quindi 12,2 centesimi sul prezzo alla pompa considerando anche l’IVA) e di 34,06 euro per mille chili sul GPL (pari a 18,73 euro per mille litri che, includendo l’IVA, dovrebbe tradursi in un impatto di 2,3 centesimi al litro sul prezzo alla pompa).

Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, questa mattina tutte le compagnie hanno aumentato i prezzi di benzina e gasolio di 12,2 centesimi al litro e quelli del GPL di 2,3 cent/litro. Le medie nazionali dei prezzi alla pompa per i maggiori marchi sono quindi in rialzo:

  • ENI vende la benzina self service da 1,629 a 1,751 euro/litro;
  • il gasolio ENI self service passa da 1,713 a 1,835 euro/litro;
  • il GPL ENI da 0,770 a 0,793 euro/litro;
  • IP vede la benzina passare da 1,645 a 1,767 euro/litro;
  • il gasolio IP passa da 1,728 a 1,850 euro/litro;
  • il GPL da 0,770 a 0,793 euro/litro;
  • per Esso benzina da 1,651 a 1,773 euro/litro;
  • gasolio Esso da 1,735 a 1,857 euro/litro;
  • GPL da 0,769 a 0,792 euro/litro;
  • Q8 vende benzina da 1,650 a 1,772 euro/litro;
  • Gasolio Q8 passa da 1,923 a 1,858 euro/litro;
  • GPL di Q8 da 0,768 a 0,791 euro/litro;
  • e infine abbiamo Tamoil con benzina da 1,628 a 1,750 euro/litro;
  • gasolio Tamoil che passa da 1,709 a 1,831 euro/litro;
  • GPL da 0,757 a 0,780 euro/litro.

Sulle medie nazionali dei prezzi praticati alla pompa, che il Ministero delle Imprese comunica il giorno successivo alla rilevazione, gli effetti dei rialzi si vedranno a partire da domani, come dichiara Staffetta Quotidiana.