Il Bonus Mobilità è un successo, stanziati altri 100 milioni

La cifra prevista per l’incentivo oggi è quasi raddoppiata, i cittadini hanno accolto il bonus con entusiasmo

Abbiamo parlato parecchio in queste settimane del Bonus Mobilità, inserito da parte del Governo all’interno del Decreto Rilancio, per incentivare l’acquisto di biciclette, e-bike e monopattini elettrici, in epoca post-Coronavirus.

Questi nuovi mezzi della micromobilità urbana stanno avendo un grande successo in questo periodo, complice senza dubbio l’aiuto da parte del Governo, che prevede un rimborso pari al 60% della spesa sostenuta per l’acquisto di uno di questi veicoli a zero emissioni, fino a un massimo di 500 euro. Oltretutto, biciclette e monopattini oggi sono considerati l’alternativa perfetta all’auto per gli spostamenti in città, veicoli che allo stesso modo diminuiscono le possibilità di contagio rispetto ai mezzi pubblici, ma che consentono anche di viaggiare senza inquinare e senza nemmeno rimanere fermi in coda per ore.

Visto il grande successo del Bonus Mobilità, la notizia che ci arriva oggi è di un nuovo stanziamento di denaro, dai 120 milioni di euro iniziali, si passa a 220, la cifra quindi è stata quasi raddoppiata. Ancora non abbiamo dati ufficiali che possono confermare con certezza il successo dell’incentivo inserito nel Decreto Rilancio, ma sappiamo che le vendite nel settore della smart mobility sono aumentate del 60% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Ci sono altre notizie positive riguardo al bonus, tanti gli italiani che temevano di non riuscire ad assicurarselo, ma il Ministro Sergio Costa ha garantito che non vi sarà alcun Click Day, ipotesi che aveva mosso tante critiche, la piattaforma online per fare la richiesta vedrà infatti una sorta di anticamera virtuale che eviterà eventuali blocchi al sistema, in questo modo tutti i cittadini avranno la possibilità di fare la loro richiesta in pochi secondi.

La piattaforma dovrebbe essere online entro metà luglio e sappiamo che per accedervi sarà necessario avere le credenziali SPID, sistema unico di accesso con identità digitale ai servizi della pubblica amministrazione (abbiamo già visto come richiederle), la fattura dell’acquisto oppure lo scontrino “parlante”, ovvero con il dettaglio dei beni acquistati. L’acquirente potrà caricare sul sito lo scontrino in cui devono essere visibili il bene acquistato e il codice fiscale, per poter beneficiare del suo Bonus Mobilità. Attenzione ai requisiti: possono godere dell’incentivo solo i cittadini maggiorenni che risiedono nei capoluoghi di Regione e di Provincia anche sotto i 50.000 abitanti, nei Comuni con più di 50.000 abitanti e nei Comuni delle Città metropolitane, anche con meno di 50.000 abitanti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il Bonus Mobilità è un successo, stanziati altri 100 milioni