Bollo auto 2020, chi ha diritto ad una riduzione dell’importo

Il Governo italiano sta cercando di aiutare i cittadini, anche le Regioni pensano a come supportarli nel pagamento del bollo

La situazione attuale in Italia non è delle più rosee, anzi. Tantissime sono le attività che hanno chiuso i battenti per circa due mesi, a causa dell’epidemia di Coronavirus che ha sconvolto tutto il Paese, e oggi quindi l’economia vive una profonda crisi.

Del settore auto ne abbiamo già parlato, le difficoltà che sta riscontrando dal mese di marzo non hanno precedenti purtroppo e si teme il peggio per tutto il 2020, le associazioni chiedono un supporto molto più consistente allo Stato. Anche i cittadini sono in seria difficoltà, alcuni non hanno ancora ricevuto la Cassa Integrazione, altri hanno perso il lavoro, gli autonomi non hanno incassato nulla per troppo tempo.

Per questo motivo il Governo sta cercando di mettere a punto degli aiuti e degli sconti al servizio dei cittadini residenti, che interessano vari ambiti, tra cui anche quello legato al settore auto. Abbiamo visto che è stato attivato il bonus per chi acquista biciclette e monopattini elettrici, un rimborso del 60% del prezzo pagato, fino a un massimo di 500 euro, per incentivare l’utilizzo dei mezzi della micromobilità, diminuendo il traffico urbano e l’inquinamento.

Si è parlato anche degli incentivi rottamazione auto e moto, il Governo ha stanziato nuovamente denaro per aumentare questi “aiuti” rivolti ai cittadini. Del bollo auto invece non avevamo ancora discusso, anche perché, come ben sappiamo, è una tassa incassata e disciplinata dalle Regioni. E proprio le Regioni hanno deciso di aiutare i cittadini, molti dei quali si trovano in condizioni economiche disastrose in questo periodo segnato dall’epidemia di Coronavirus.

In alcuni casi è stato prorogato il termine di pagamento del bollo auto di alcuni mesi: Toscana, Abruzzo, Campania, Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Lazio, Marche, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Valle D’Aosta, Trentino Alto Adige, Umbria, Liguria, Calabria e Sicilia hanno già attivato la proroga, spostando i pagamenti al 30 giugno o al 31 luglio. La Regione Sicilia ha deciso di prorogare poi ulteriormente al 30 novembre e ha cancellato il bollo auto per chi ha vetture fino a 54 kW di potenza e reddito minore di 15.000 euro, per le associazioni di volontariato e onlus, per i mezzi con più di 10 anni.

La Regione Lazio ha presentato richiesta di rimodulazione dell’importo del bollo auto 2020, vorrebbe far pagare i nove dodicesimi dell’importo totale, per “abbonare” questi tre mesi di lockdown in cui praticamente quasi nessuno ha usato la macchina. Questi “sconti” sono rivolti solo a chi lo scorso anno ha percepito un reddito inferiore a 15.000 euro e per le auto di associazioni di volontariato o onlus.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Bollo auto 2020, chi ha diritto ad una riduzione dell’importo