Autovelox-truffa: multe per fare cassa

L'intento sarebbe stato quello di fare cassa a beneficio di imprese private e delle Province con i soldi degli automobilisti.

 L’intento sarebbe stato quello di fare cassa a beneficio di imprese private e delle Province con i soldi degli automobilisti.

Per questo la Procura di Viterbo ha aperto un’inchiesta sul presunto uso improprio degli autovelox piazzati su tratte dove c’è bassa incidenza di pericolo, ma alta intensità di transiti. Ma l’ indagine colpisce un giro d’affari ancora più grosso.

L’Italia ha il record europeo di rilevatori di velocità: circa uno ogni 28 chilometri. Le due imprese coinvolte avrebbero infatti già vinto altre gare nelle provincie di Milano, Como e Ascoli Piceno, che adesso – al contrario degli automobilisti – tremano per i possibili effetti dell’inchiesta.

Lascia un commento

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Autovelox-truffa: multe per fare cassa