Top Gear Italia: ecco quando inizia

Top Gear Italia, la prima puntata a marzo

Dopo la versione inglese, americana e australiana, Top Gear arriva anche in Italia il 22 Marzo e verrà trasmessa su Sky 1. Seguirà lo stesso format della serie originale che ha avuto un grande successo nei 13 anni in cui è andata in onda. A condurre il programma ci saranno il famoso giudice di Masterchef e collezionista d’auto Joe Bastianich, il celebre telecronista sportivo Guido Meda e Davide Valsecchi vincitore del campionato GP2 nel 2012. Inoltre al fianco dei 3 conduttori si vedrà anche il pilota dall’identità segreta Stig che ha lasciato spazio a molte indiscrezioni, a detta di qualcuno infatti il misterioso pilota potrebbe essere addirittura un campione della Formula 1 (nella versione originale alcuni avevano azzardato addirittura il nome di Michael Shumacher).

La location per la prima puntata sarà un aeroporto, per la precisione l’aeroporto di Biella dove i 3 conduttori dovranno affrontare una particolare sfida ideata dalla produzione: avranno a disposizione 5.000 euro ciascuno per modificare un’auto e trasformarla in una “papamobile”. Sarà quindi necessario creare un’auto con tutte le caratteristiche necessarie al papa per i suoi viaggi e, fra le varie prove, dovrà anche affrontare una particolare folla decretando la vincitrice che sarà consegnata direttamente a Francesco. L’obiettivo era di creare una sfida attuale e, i produttori pensano di esserci riusciti inspirandosi al tema dell’austerity e alla grande attenzione del Papa nell’evitare gli sprechi.

Ascoldando poi le parole di Guido Paternò, autore e capo progetto del programma, si può capire qualcosa in più sul resto della serie. In un’intervista ha infatti dichiarato che durante le varie puntate, si vedranno sia belle auto all’interno di ambientazioni suggestive, ma anche sfide con auto datate dalle poche migliaia di euro, tutto questo per valorizzare al massimo qualcosa che viene spesso trascurato. Inoltre Paternò ha voluto regalare una piccola anticipazione dicendo che quando a Novembre il programma ha messo sotto-sopra Roma, stavano cercando di capire quale fosse l’auto più adatta a circolare nella capitale, il risultato è stato sorprendente. A questo punto viene da chiedersi se la versione italiana avrà lo stesso successo del programma originale che, viene trasmesso in 112 paesi e ha raggiunto ben 350 milioni di spettatori nell’arco degli anni. Gli ingredienti per fare bene ci sono tutti ma per conoscere la risposta bisognerà aspettare fino al 22 Marzo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Top Gear Italia: ecco quando inizia