Tesla: le stazioni Supercharger riducono la ricarica delle auto

Sono stati introdotti dei limiti per la ricarica delle auto elettriche a causa del sovraffollamento

Pare che negli Stati Uniti si stia verificando il problema del sovraffollamento dei punti di ricarica delle auto elettriche.

Per questo motivi Tesla ha deciso di introdurre dei limiti per la ricarica delle vetture a zero emissioni presso le stazioni Supercharger. Le colonnine di ricarica rapida danno la possibilità a tutti gli utenti al volante delle auto di nuova generazione di rigenerare la batteria del proprio veicolo fino all’80% di energia in poco tempo, andando poi gradualmente a rallentare.

Lo scenario che si presenta in questa situazione è quello di strade trafficate di Tesla in fila che aspettano di poter essere ricaricate presso le stazioni rapide. Ovviamente, nonostante la velocità, sappiamo bene che i tempi di rifornimento di un’auto elettrica sono molto più lunghi rispetto a quelli che servono invece per un pieno in un comune serbatoio di gasolio o di benzina. In questo modo si è formata una situazione confusionale.

Purtroppo poi negli Stati Uniti la situazione si sta aggravando anche per il fatto che si vedono sempre più spesso liti tra proprietari di auto elettriche e veicoli ibridi plug-in, questi ultimi sono spesso accusati di occupare le stazioni di ricarica Supercharger anche nei momenti in cui sono più affollate, nonostante potrebbero tornare a casa usando il motore termico, senza “perdere tempo” alle colonnine.

Urge quindi una soluzione nella maniera più assoluta, questo è il motivo per cui Tesla ha deciso di dare dei limiti ben precisi alla ricarica delle auto elettriche presso le stazioni di ricarica Supercharger. La maggior parte delle strade degli Stati Uniti è ricca infatti di punti di ricarica per le batterie dei veicoli a zero emissioni e l’80% del livello di energia è abbastanza per arrivare alla successiva stazione. Non possiamo dire lo stesso invece per i percorsi dove purtroppo ancora ci sono pochi punti di ricarica, in questo caso i nuovi limiti imposti sono sicuramente meno convenienti e una batteria ricaricata completamente è più utile.

In ogni caso, il sistema di navigazione di Tesla calcolerà quanti punti di ricarica sono previsti lungo l’itinerario che l’auto deve percorrere e sarà anche in grado di guidare il conducente della vettura alla stazione Supercharger più vicina, in modo da raggiungere la completa carica della batteria necessaria per il viaggio.

MOTORI Tesla: le stazioni Supercharger riducono la ricarica delle auto