Tesla investe in Bitcoin: il nuovo colpo di Elon Musk

Ben 1,5 miliardi di Bitcoin per la Casa di Palo Alto, si tratta della criptovaluta più diffusa al mondo

Di Elon Musk ormai se ne parla tutti i giorni, l’eclettico CEO di Tesla “una ne fa cento ne pensa”, sempre attivo sul mercato automobilistico, sia per quanto riguarda nuovi prodotti da lanciare che per quanto concerne nuovi investimenti importanti, per cambiare il panorama finanziario.

Oltre ad aver visto i programmi futuri di Tesla e quindi le inedite elettriche che la Casa realizzerà a partire da quest’anno, nei giorni scorsi il CEO ha anche ribadito il suo desiderio di creare un furgone, il primo del brand. E non è tutto, oggi parliamo di nuovi investimenti; in una comunicazione ufficiale all’autorità di controllo della Borsa statunitense (Sec) infatti Tesla ha dichiarato di aver acquistato ben 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin, la criptovaluta più diffusa al mondo.

L’azienda californiana ha pensato a questa nuova mossa per “diversificare gli asset, con più flessibilità per massimizzare ulteriormente gli utili”. Di primo acchito, non possiamo che rimanere stupiti dal fatto che Tesla, nella persona di Elon Musk, abbia deciso di legare il suo patrimonio allo strumento che negli ultimi 5 anni è stato associato alla speculazione valutaria. Ed è proprio la Casa di Palo Alto stessa a sottolineare ai suoi azionisti che si tratta di un investimento comunque “altamente volatile”.

Sembra però che il desiderio sia quello di voler stravolgere gli equilibri su cui si basa il mercato dell’auto, facendo una mossa azzardata in quello che è il sistema con cui si generano gli utili. Non è tutto infatti, Tesla dichiara di poter “accettare (in futuro) i Bitcoin come forma di pagamento, in accordo con le normative vigenti e in una prima fase su base limitata”.

Spendiamo due paroline su Elon Musk, per comprendere un po’ le sue mosse sul mercato finanziario. Innanzitutto, oltre ad essere il CEO di Tesla, è chiara la sua padronanza dei circuiti di pagamento e movimento di valuta. Nel 1999 ha fondato X.com, la struttura che è stata la base di partenza per la nascita del circuito PayPal nel 2001. 20 anni dopo, grazie al suo sostegno tramite Twitter, la moneta virtuale dogecoin è salita del 65%. E ora arrivano i Bitcoin, la scelta di Elon Musk ha fatto salire il valore al suo massimo storico sopra i 43.000 dollari.

Avere una “scorta” di 1,5 miliardi di Bitcoin, moneta disponibile in numero limitato, è sicuramente sinonimo di controllo delle oscillazioni al ribasso, nessuno è mai arrivato a tanto sinora. Arrivando perfino a voler accettare in futuro anche il pagamento delle auto in Bitcoin, titolo speculativo destinato ad aumentare di valore già il giorno successivo. Non abbiamo altri dettagli sull’operazione e su come Tesla potrà accettare transazioni in criptovaluta, ma come abbiamo detto, il valore di Bitcoin è schizzato in alto, fino a quasi 44.000 dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Tesla investe in Bitcoin: il nuovo colpo di Elon Musk