Tesla, Autopilot limitato in Europa: la protesta

Le istituzioni europee limitano le funzionalità dell’Autopilot di Tesla, una petizione chiede di cambiare le regole

Le auto di Tesla sono tra le elettriche più amate, un’altra delle funzionalità tanto apprezzate anche in Europa sulle vetture di Palo Alto è l’Autopilot, che però effettivamente nel Vecchio Continente non può funzionare a pieno.

Cosa significa? Le istituzioni nell’Unione Europea hanno deciso arbitrariamente di limitarne le funzionalità, ma gli automobilisti non ci stanno e infatti hanno attivato una petizione proprio per chiedere a gran voce che le regole in Europa vengano cambiate e che quindi l’Autopilot sia praticamente identico nell’utilizzo anche qui, come in America.

La Casa di Palo Alto ha già rilasciato un aggiornamento in Europa che limita proprio le varie funzionalità dell’Autopilot, serve a rientrare nei vari parametri di legge. Il regolamento europeo UN/ECE R79 in effetti non ammette molte feature, che infatti sono già state eliminate. Innanzitutto l’auto, attivato il cambio di corsia automatico con la freccia, effettuerà la manovra dopo 1.5 secondi e si annullerà in 5 secondi se non è stato possibile effettuarlo subito. L’utente inoltre dovrà essere entro i sei metri di distanza dal veicolo per utilizzare Summon, nel caso in cui l’utente non tenga le mani sul volante per 15 secondi arriverà una notifica.

Inoltre sulle auto di Tesla il cambio di corsia automatico sarà limitato a strade con due o più corsie con entrambi i sensi di marcia e il limite di sterzata sarà ridotto, questo quindi potrà compromettere la stabilità del veicolo in modalità Autopilot, l’intervento del conducente sarà quindi fondamentale.

L’Autopilot non potrà più compiere alcune manovre in autonomia, gli utenti che hanno mosso la petizione sono contro le nuove impostazioni al cambio di corsia e la riduzione del limite di sterzata. Con le limitazioni europee infatti l’Autopilot deve passare il controllo all’automobilista per chiedere alcune manovre, rischiando però un aumento degli incidenti, anziché una riduzione.

I promotori della petizione scrivono: “I consumatori europei possono godere di meno feature rispetto alle persone del resto del globo, e le cose diventeranno anche peggiori quando uscirà il Full Self Driving, anche se il costo del pacchetto non è stato ridimensionato in modo proporzionale a quello che arriverà ufficialmente da noi”. Gli stessi sottolineano poi che, stando agli stessi Safety Report comunicati da Tesla, viaggiando con Autopilot attivo si avrebbero 9 volte di possibilità in meno di finire coinvolti in un incidente rispetto a chi non lo usa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Tesla, Autopilot limitato in Europa: la protesta