La svolta di Shell: dalla benzina all’elettrico

I piani di Shell sono ambiziosi, una svolta epocale per il colosso del settore del petrolio, che si muove verso l’elettrico

Anche le aziende petrolifere stanno iniziando a pensare alla loro espansione sul fronte elettrico. Prima tra tutte c’è Shell, quella che conosciamo da sempre come una delle “sette sorelle” che ha guidato sino ad oggi l’intero settore del petrolio e dei rifornimenti.

Sta per compiere una svola epocale, l’azienda infatti sembra avere dei piani molto ambiziosi nel settore delle auto elettriche; e non dimentichiamo che stiamo parlando del colosso che ogni giorno rifornisce 30 milioni di clienti grazie alle sue 46.000 stazioni di servizio. La volontà dell’azienda oggi è quella di creare anche una corposa rete di punti di ricarica per veicoli elettrici e investire nel settore dell’idrogeno. L’obiettivo è raggiungere le zero emissioni entro il 2050.

Gradualmente Shell vorrebbe ridurre la produzione di petrolio e continuare la sua corsa verso il mondo dell’idrogeno, dell’elettrico, dei biocarburanti e delle energie rinnovabili. Insomma, un cambio di rotta profondo, ma che nell’era in cui stiamo vivendo, non ci stupisce. Tra l’altro, è ormai da tempo che Shell è entrata nel mercato della ricarica delle auto elettriche.

Ha infatti acquisito recentemente anche la società Ubitricity, che vanta la più grande rete di ricarica per veicoli zero emissioni nel Regno Unito. Una realtà che oggi conta circa 60.000 punti di rifornimento per auto elettriche in tutto il mondo. Entro il 2025 questa grande realtà si è posta un obiettivo sicuramente ambizioso, ovvero quello di allargare la rete e arrivare a 500.000 punti di ricarica.

Non abbiamo in mano alcun dettaglio riguardante il progetto, non sappiamo ancora come l’azienda voglia raggiungere il suo scopo e quali piani ha in mente per la realizzazione della sua nuova grande rete. Senza dubbio Shell non vuole farsi sfuggire l’occasione di essere presente e addirittura una delle maggiori protagoniste in un settore che già oggi sta crescendo e che nei prossimi anni sicuramente vedrà uno forte sviluppo. Le auto e i veicoli elettrici infatti ormai si stanno diffondendo a macchia d’olio sul territorio globale.

Shell inizierà anche la produzione di biocarburanti e incrementerà quella di idrogeno. Come abbiamo detto, concentrerà forze e investimenti anche sulle energie rinnovabili. Nei prossimi anni vedremo a cosa porteranno i piani di sviluppo della rete di punti di ricarica elettrica di Shell.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI La svolta di Shell: dalla benzina all’elettrico