Stellantis, trema lo stabilimento di Melfi: tagli alla produzione

Il CEO del Gruppo Stellantis, Carlos Tavares, parla del taglio di una linea di produzione di Melfi

Torniamo a parlare di Stellantis, il nuovo grande colosso dell’automotive, che si è finalmente consolidato ed è nato ufficialmente a gennaio 2021, dopo mesi e mesi di dubbi e rallentamenti. Quella che stiamo per dare però non è proprio una bella notizia, soprattutto per noi italiani.

Il nuovo CEO del Gruppo infatti, Carlos Tavares, ha pronunciato queste parole: “Gli stabilimenti di Stellantis in Italia sono troppo costosi”. Doccia fredda. Nei piani della società che è nata dalla fusione tra i gruppi FCA e PSA infatti purtroppo, per i motivi citati da Tavares, c’è proprio il taglio di una delle linee di produzione dello stabilimento di Melfi. Le linee che sono attive in questo momento nel sito lucano sono due, ma purtroppo, secondo le strategie e le previsioni dell’azienda, una potrebbe chiudere definitivamente.

Il capo del sindacato FIM Cisl Ferdinando Uliano ha confermato questa ipotesi, sottolineando che si tratta di una decisione ovviamente di grande rilievo e dalle enormi conseguenze, che in questo momento è oggetto di valutazione da parte della dirigenza di Stellantis, che dovrà capire come procedere. È chiaro quindi che per il momento il colosso automotive non abbia ancora fatto una scelta ufficiale in merito, nonostante Ferdinando Uliano sia comunque molto preoccupato per l’eventuale chiusura della linea di produzione di Melfi. Non lo ha di certo nascosto, anzi, ha dimostrato la sua grande preoccupazione: “Siamo molto preoccupati. Una volta ridotta la capacità produttiva in uno stabilimento, diventa poi molto difficile recuperarla”. Lo stabilimento di Melfi in Italia è lo stesso in cui si realizzano la Fiat 500X e le due note Jeep di successo, Renegade e Compass (sul mercato anche nella versione ibrida dallo scorso anno).

Il taglio di una linea produttiva potrebbe portare alla concentrazione di tutta la produzione in un’unica linea di assemblaggio. Lo stabilimento di Melfi oggi è il più efficiente presente in Italia per il Gruppo Stellantis. Nei piani del neonato Gruppo è previsto un risparmio di risorse, si parla di 5 miliardi di euro circa all’anno. Questo è il motivo per cui i dirigenti stanno cercando di capire cosa fare con le linee di produzione di Melfi. Di certo sappiamo che Carlos Tavares aveva già assicurato ancor prima della fusione tra FCA e PSA che la nascita del nuovo Gruppo non avrebbe causato chiusure di stabilimenti e conseguenti tagli al personale, quindi attendiamo le decisioni dei vertici di Stellantis.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Stellantis, trema lo stabilimento di Melfi: tagli alla produzione