Spostamenti tra Regioni ancora vietati: nuova proroga

Nuova proroga: continua il divieto di spostamenti tra le varie Regioni d'Italia

Prosegue il divieto di spostamenti tra le Regioni per arginare la diffusione del Covid-19: l’ultimo Consiglio dei Ministri del Governo Conte bis, infatti, ha prorogato fino al 25 febbraio il divieto che scade alla mezzanotte di lunedì 15 febbraio. Almeno per altri dieci giorni, dunque, non sarà possibile spostarsi tra una Regione all’altra.

Dal 16 al 25 febbraio, sull’intero territorio nazionale, è vietato ogni spostamento sia in entrata che in uscita tra i territori di diverse Regioni o province autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità e per importanti motivi di salute. Resta comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

L’ultimo Consiglio dei Ministri del Governo Conte bis ha lasciato in dote la proroga sul divieto di spostamenti tra Regioni al nuovo esecutivo che Mario Draghi sta componendo su incarico del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Allo scadere del Dl, spetterà al nuovo governo Draghi decidere se prorogarlo di nuovo o permettere la libera circolazione in tutta Italia.

La decisione al termine della proroga, come sempre, verrà presa analizzando seguendo l’andamento dei contagi e analizzando i dati del monitoraggio della pandemia dall’Istituto Superiore di Sanità, insieme alle indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico, la stessa procedura utilizzata per decidere i colori delle varie Regioni.

In linea con quanto già previsto dal precedente Dpcm che vietava lo spostamento tra le Regioni, anche in questa proroga ci sono delle eccezioni per comprovate esigenze, ovvero sia per motivi di lavoro, salute e per situazioni di necessità.

La proroga che sarà in vigore fino al prossimo 25 febbraio per contenere la diffusione del Coronavirus, inoltre, consente gli spostamenti presso la propria residenza, il proprio domicilio o nella propria abitazione abituale. Come già confermato dalle ordinanze precedenti, sono concessi anche gli spostamenti da e verso le seconde case anche se queste sono ubicate in Regioni diverse.

Restano invariate anche le regole e le misure da adottare per chi rientra dall’estero. Come sempre, per potersi spostare è ancora necessario compilare il modulo di autocertificazione del Ministero dell’Interno: sul foglio bisogna indicare il luogo nel quale è iniziato lo spostamento e quello di destinazione, oltre ai propri dati personali.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Spostamenti tra Regioni ancora vietati: nuova proroga