Spostamenti in auto a Natale: le regole del Dpcm

Il nuovo Dpcm è valido dal 4 dicembre 2020 al 15 gennaio 2021, vediamo tutte le novità esposte dal Premier

Abbiamo assistito ieri sera alla conferenza stampa per la presentazione del nuovo Dpcm che sarà valido a partire da oggi, fino al 15 gennaio del 2021. Il testo definisce tutte le regole da seguire per gli spostamenti durante le vacanze natalizie e non, gli italiani lo attendevano infatti con impazienza.

Da quanto dichiarato (e possiamo leggere direttamente nel testo del Dpcm che trovate qui) è stata confermata la “linea dura” che era già stata anticipata nei giorni scorsi. Le misure, come ha spiegato Conte, servono per evitare l’arrivo della terza ondata di Coronavirus, paragonata alla prima, quando ancora non siamo giunti al termine di questa seconda ondata. Affrontiamo infatti una media di 20.000 contagi al giorno.

Questo il motivo per cui dal 21 dicembre al 6 gennaio sono vietati tutti gli spostamenti tra Regioni differenti, anche se facenti parte della zona gialla. Attenzione particolare alle giornate del 25 e 26 dicembre e dell’1 gennaio 2021, durante le quali non ci si potrà spostare nemmeno dal proprio Comune. La suddivisione delle zone – gialla, arancio, rossa – è stata confermata anche nel nuovo Dpcm, ma sono state inserite maggiori restrizioni per Natale, Santo Stefano e l’Ultimo dell’Anno.

Si vuole senza dubbio evitare la circolazione di persone durante le festività, visto che molte Regioni prima di Natale potrebbero passare nella zona gialla (aree in cui ci si può muovere liberamente, anche tra Regioni, tutte gialle ovviamente). Le decisioni prese, lo sappiamo bene, sono altamente impopolari, visto che limitano ogni spostamento proprio nei giorni di festa, ma sono strettamente necessarie a evitare il peggio nel mese di gennaio, rischieremmo altrimenti un nuovo lockdown generale, che si vuole evitare a tutti i costi. Purtroppo saranno moltissime le persone costrette a restare sole a Natale. Il coprifuoco alle 22 rimane, anche nelle notti della Vigilia di Natale e dell’Ultimo dell’Anno (24 e 31 dicembre), sono vietati veglioni e festeggiamenti, sia privati che nei ristoranti degli hotel.

Le regole sugli spostamenti dal 4 al 20 dicembre e dal 7 al 15 gennaio 2021 rimangono le stesse del precedente Dpcm. In zona rossa quindi non sono permessi nemmeno nel proprio Comune, senza esigenze comprovate, in zona arancione ci si può spostare liberamente solo all’interno del proprio Comune e valgono poi le stese restrizioni dell’area rossa. In zona gialla ci si può muovere liberamente anche verso altre Regioni (gialle). Coprifuoco dalle 22 alle 5 in tutta Italia, la notte di Capodanno fino alle 7.

Chi deve spostarsi in una città differente, anche fuori dalla Regione, come ha dichiarato il Premier (insieme a tutte le altre regole) può farlo solo ed esclusivamente entro il 20 dicembre e per recarsi in zona gialla. Dal 21 dicembre al 6 gennaio può rientrare alla propria residenza, abitazione o al domicilio solo se si era spostato per lavoro o studio, mantenendo la residenza nella sua città. È fondamentale però avere con sé documento d’identità con residenza e autocertificazione. L’assistenza a persone non autosufficienti è ovviamente da considerare una necessità che giustifica eventuali spostamenti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Spostamenti in auto a Natale: le regole del Dpcm