Spariscono 5.000 euro di benzina: distributore in tilt

Quello che è successo nelle scorse ore presso una stazione di servizio della provincia di Agrigento ha dell’incredibile, quali sono le conseguenze del “fattaccio”

Dall’inizio dell’anno uno degli argomenti di cui abbiamo parlato sempre più spesso è il caro benzina. Come sappiamo, infatti, il prezzo del carburante da mesi ormai è salito alle stelle, toccando dei valori che non avevamo mai visto prima. Tanti i fattori che hanno contribuito all’aggravarsi di questa situazione, nonostante il Governo abbia provveduto con il taglio delle accise.

Incredibilmente il prezzo del diesel ha toccato cifre da record, superando di molto quello della benzina. E in uno scenario del genere, chi non vorrebbe trovare un distributore che eroga benzina… gratis? Un sogno. Eppure è quello che è successo veramente nei giorni scorsi nel Comune di San Leone, in Sicilia, in provincia di Agrigento. Proprio così, alla stazione di servizio una delle colonnine per fare rifornimento self-service è andata completamente in tilt, e ha permesso agli automobilisti di fare il pieno gratis.

Il grave danno al distributore “impazzito”

A causa del danneggiamento del distributore isolano, sono stati erogati circa 3.000 litri di carburante non pagato. E oltretutto, l’impianto di videosorveglianza del benzinaio non era funzionante: oltre al danno, anche la beffa per il proprietario della stazione di servizio, che si è accorto dopo molto di quanto accaduto.

Che cosa succederà ora? Ovviamente ci saranno delle conseguenze, perché chi ha fatto il pieno gratis non potrà certo passarla liscia. I clienti dovranno essere identificati e rischiano di essere denunciati alla Procura della Repubblica (è quello che hanno riportato i quotidiani locali, come AgrigentoNotizie). Un danno davvero ingente per il povero proprietario del distributore di benzina, ma oggi individuare i clienti che hanno approfittato facendo rifornimento senza pagare è praticamente un’impresa impossibile.

Cos’è accaduto nel dettaglio

Tutto è partito nel momento in cui un cliente ha inserito la sua banconota per fare benzina. Il distributore – in modalità self – non si fermava più e continuava a erogare carburante. Un guasto improvviso, litri di benzina che continuavano a sgorgare dalla pompa senza essere stati “ordinati” e pagati da nessuno. Attorno al distributore c’era già molta gente, automobilisti che dovevano fare benzina e si stavano quindi recando alla stazione di servizio.

In pochi attimi però la zona si è riempita, grazie al passaparola che ha messo molti in allerta: tutti in fila per fare benzina gratis. C’è stato qualcuno che, con vero senso di giustizia, ha chiamato il proprietario del distributore per avvisarlo di quanto stava accadendo. L’uomo si è immediatamente precipitato nella sua stazione di servizio, seguito dai Carabinieri. Ma ormai pare fossero trascorse alcune ore.

Il danno? In tutto pare che siano stati erogati 5.000 euro di benzina e diesel gratis. Purtroppo non ci sono filmati di sorveglianza, quindi indentificare tutti coloro che hanno sottratto il carburante al distributore sarà difficilissimo. Il proprietario ha sporto denuncia contro ignoti, ma non sappiamo come finirà questa vicenda che ha davvero dell’incredibile.

L’episodio è avvenuto mercoledì, durante le ore serali, quando il benzinaio era chiuso. Il gestore non c’era e la pompa funzionava solo self-service, quando ha deciso di “impazzire” ed erogare benzina continua. Era ovvio che, soprattutto in un periodo in cui il prezzo del carburante ci sta facendo dannare, sarebbero stati moltissimi gli automobilisti ad approfittare della rarissima, se non unica, occasione.

Gli Agenti dell’Arma hanno avviato un’indagine e i colpevoli sono accusati di appropriazione indebita.