Bambini dimenticati in auto: slitta l’obbligo dei sistemi contro l’abbandono

La legge sull’obbligo dei sistemi antiabbandono non può ancora essere applicata

Sistemi antiabbandono per bambini in auto, il 1° luglio la legge entra in vigore, ma manca il decreto attuativo.

Per questo motivo quindi non potrà ancora essere applicata, la causa è una confusione a livello burocratico, degli errori nell’iter che stanno rallentando di molto il processo di attuazione della norma e che tra l’altro hanno portato fin troppa confusione tra i genitori dei bambini. Infatti la legge è già stata votata ma mancano tutte le specifiche tecniche, il decreto attuativo è ancora fermo al portale Tris in cui “gli Stati membri notificano i loro progetti legislativi concernenti i prodotti e i servizi della società dell’informazione alla Commissione; questa poi li analizza alla luce del diritto dell’Unione europea. A questa procedura, gli Stati membri partecipano a pari merito con la Commissione e possono anche emettere i propri pareri sui progetti notificati”.

Lo Schema di decreto ministeriale recante sistemi antiabbandono doveva in realtà rimanere sul portale Tris fino al 23 aprile scorso e invece è stata decisa una proroga di altri 3 mesi. Questo significa che la discussione terminerà il 22 luglio, dopo che la legge sarà già entrata in vigore il primo giorno dello stesso mese. Ovviamente non potrà essere operativa visto che manca la direttiva sulle specifiche tecniche, il Consiglio di Stato varerà il decreto attuativo dopo il 22 luglio e diventerà effettivo a 120 giorni, quindi non prima del 19 novembre 2019.

Oggi quindi non ci sono dei dispositivi antiabbandono obbligatori e a norma di legge, il testo è solo una bozza e potrebbe anche essere modificato. Oggi indica come dispositivo antiabbandono “un dispositivo di allarme, costituito da uno o più elementi interconnessi, la cui funzione principale è quella di prevenire l’abbandono dei bambini di età inferiore ai quattro anni, a bordo di veicoli delle categorie M1, N1, N2 e N3 e che si attiva nel caso di allontanamento del conducente dal veicolo. Può essere integrato all’origine nel sistema di ritenuta per bambini, una dotazione di base o un optional del veicolo, compresi nel fascicolo di omologazione del veicolo stesso oppure indipendente sia dal sistema di ritenuta per bambini sia dal veicolo”.

Per chiunque voglia mettersi in regola quindi consigliamo di aspettare il vero e proprio decreto attuativo, evitando acquisti oggi, viste le probabili modifiche del testo della legge. È chiaro che nel frattempo si possano comprare degli strumenti di sicurezza per evitare di dimenticare i bimbi in auto, in commercio ce ne sono molti. Tenete presente comunque che con l’approvazione della legge potrebbero anche non essere più conformi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Bambini dimenticati in auto: slitta l’obbligo dei sistemi contro&nbs...