Sicilia, dal fondo del mare recuperati 2500 kg di pneumatici

Grazie all’iniziativa green di recupero, tutte le gomme auto possono essere recuperate e riciclate

EcoTyre e Marevivo hanno creato un progetto insieme per liberare le coste italiane dagli Pneumatici Fuori Uso (PFU). L’associazione Marevivo e il Consorzio EcoTyre vogliono ripulire i mari italiani dalle gomme auto, diverse le località coinvolte ogni anno da “PFU Zero sulle coste italiane”.

Nei giorni scorsi EcoTyre e Marevivo hanno portato via dalla Baia del Tono a Milazzo ben 2500 chilogrammi di pneumatici fuori uso. Sono in tutto circa 25 pezzi che erano stati abbandonati sul fondo del mare e che sono stati recuperati grazie alle operazioni dei diving Blunauta Diving Center e Aquatica con il supporto della M/N Maestrale di Mare Pulito Srl.

Grandiosa l’iniziativa “PFU Zero sulle coste italiane 2021”, patrocinata dal Ministero della Transizione Ecologica. Sono fondamentali questi interventi, perché gli pneumatici fuori uso sono dei rifiuti molto pericolosi, che non dovrebbero ovviamente mai essere lasciati in natura perché classificati come permanenti, infatti non si deteriorano, restano proprio nel luogo dove vengono abbandonati, ci rimangono per centinaia di anni. Se invece riescono ad essere recuperati e gestiti, si tratta di rifiuti riciclabili al 100%.

Enrico Ambrogio, Presidente di EcoTyre, ci tiene sempre a sottolineare che l’iniziativa sulle coste italiane, ogni anno, è sicuramente tra le più importanti; grazie alla partnership con Marevivo infatti vengono ripuliti i fondali di diverse splendide località italiane dagli PFU. Tra gli obiettivi del progetto c’è anche la sensibilizzazione degli adulti e dei bambini sui benefici ambientali che derivano dalla corretta gestione degli PFU.

Il mare, secondo EcoTyre, non deve più essere considerato “come un grande tappeto blu sotto cui nascondere i nostri rifiuti, perché la salute dell’ecosistema marino e di noi tutti comincia dalla terra. Gli PFU, infatti, se gestiti correttamente sono una nuova risorsa per tutti”.

Tutte le gomme che sono state raccolte oggi al largo di Milazzo, ben 2500 kg di rifiuti pericolosi e permanenti, saranno trasferite nell’impianto di uno dei partner EcoTyre per poi essere riciclate. Non è possibile infatti riciclare solo carta e vetro, è fondamentale sapere che dai vecchi pneumatici è possibile ricavare delle gomme nuove.

C’è un progetto di Ricerca & Sviluppo denominato “Da Gomma a Gomma”, che consente di recuperare il ciclo della circolarità della gomma, utilizzando la gomma devulcanizzata, direttamente derivante da PFU, in nuove mescole che possono essere usate per la produzione di pneumatici o anche di altri prodotti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Sicilia, dal fondo del mare recuperati 2500 kg di pneumatici