Meno inquinamento e incidenti stradali, i nuovi sensori di Sony

Al via tre sperimentazioni per migliorare il traffico cittadino e il servizio pubblico di Roma

Nel mese di giugno prenderanno il via tre sperimentazioni diverse per ridurre il traffico, gli ingorghi, gli incidenti e l’affollamento dei mezzi pubblici a Roma, grazie all’utilizzo dei sensori d’immagine IMX500 di Sony, basati sull’intelligenza artificiale.

L’obiettivo di queste sperimentazioni che interessano la Capitale è quello di ridurre l’inquinamento prodotto dal traffico urbano, ottimizzare la pianificazione dei mezzi del trasporto pubblico, diminuire gli incidenti stradali e quelli che avvengono in prossimità degli attraversamenti pedonali.

L’annuncio è arrivato da parte di Sony Europe: verranno utilizzati i sensori d’immagine IMX500 con elaborazione basata su intelligenza artificiale. Questi sensori saranno al centro di tre sperimentazioni di smart city realizzate in collaborazione con Envision e Citelum.

Una delle missioni principali è quella di valutare e realizzare un sistema di parcheggi smart tra le strade della capitale, basati sui sensori IMX500, al fine di ridurre l’inquinamento e gli ingorghi derivati dalla necessità di girare a lungo per trovare un parcheggio. Il sistema prevede l’invio di una notifica direttamente sullo smartphone attraverso un’app che indica il parcheggio libero più vicino alla destinazione degli automobilisti.

Le sperimentazioni mirano anche a studiare dei sistemi in grado di ottimizzare la capacità della rete di trasporto pubblico, così da incrementarne l’utilizzo da parte dei cittadini. È previsto l’utilizzo di pensiline smart alle fermate dei bus capaci di tenere il conto dei passeggeri che salgono e scendono dai mezzi: in questo modo si evitano i sovraccarichi e si garantisce una migliore pianificazione del servizio, andando a ottimizzare anche i costi del trasporto pubblico.

In fase di test c’è anche l’attivazione di un sistema di allerta in corrispondenza degli attraversamenti pedonali: i sensori segnalano l’attraversamento dei pedoni agli automobilisti tramite un impianto d’illuminazione smart a pavimento. Questa soluzione consente ai pedoni di essere più visibili: uno strumento prezioso per ridurre gli incidenti sulle strisce pedonali.

I sensori d’immagine IMX500 di Sony che nei mesi scorsi ha presentato la sua prima concept car super tecnologica, sono i primi a integrare una funzione di elaborazione basata sull’intelligenza artificiale: verranno utilizzati per la fase di sperimentazione che riguarderà le strade di Roma per tutto il mese di giugno. Nel rispetto delle leggi sulla privacy, le immagini raccolte dai sensori nel vengono salvate e nemmeno trasmesse: servono esclusivamente per migliorare il traffico cittadino in tempo reale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Meno inquinamento e incidenti stradali, i nuovi sensori di Sony