Sei ubriaco? La tua auto ti lascia a piedi

L'adozione dell'ignition interlock ha ridotto del 15% per incidenti stradali legati all'alcol negli Usa

Dopo un lungo iter parlamentare in Italia è finalmente diventato legge il testo sull’omicidio stradale. La nuova norma prevede un deciso inasprimento delle pene per chi uccide guidando sotto l’effetto di droghe o con un elevato tasso alcolico, arrivando fino a 18 anni di carcere e ad una revoca della patente fino a 15 anni (con la fuga dopo l’incidente si toccano i 30). Si spera così da un lato nell’effetto deterrente della nuova legge e dall’altro nel calo della recidiva per ridurre le morti sulle strade dovute all’alcol.

Negli Usa, intanto, si stanno testando però altre strade con risultati positivi. In particolare, in 18 stati nordamericani si è reso obbligatorio, per chi ha già avuto problemi di guida in stato di ebbrezza, l’utilizzo dell’ignition interlock, un dispositivo in auto che misura automaticamente il tasso alcolico di chi si mette al volante, impedendo qualora questi sia superiore al consentito, l’accensione del mezzo.

L’obbligo di utilizzare il dispositivo ha portato a risultati assolutamente positivi: secondo una ricerca effettuata dalla Perelman School of Medicine alla University of Pennsylvania e pubblicata sull’American Journal of Public Health, c’è stata infatti una riduzione del 15% per incidenti stradali legati all’alcol, per un totale di circa mille morti evitate tra il 2007 e il 2013.

In altri termini, si è avuta una riduzione di 0.8 morti per 100mila abitanti all’anno, un bilancio comparabile a quello ottenute combinando l’obbligatorietà dell’installazione degli airbag sulle vetture e il divieto di bere alcolici per minori di 21 anni (rispettivamente 0.9 e 0.2 vite salvate per 100mila persone)

Secondo il The National Highway Traffic and Safety Administration, l’alcol è in qualche modo responsabile del 30 per cento degli incidenti avvenuti negli Stati Uniti, per un totale di circa 11mila morti l’anno. Il tutto considerando come, sempre secondo lo stesso Ente, per ciascun caso di condanna per guida in stato di ebbrezza – un milione ogni anno – ci sono ben 88 precedenti casi di guida sotto l’effetto di alcol.

Numeri assolutamente drammatici , che rendono l’ignition interlock una soluzione auspicabile non solo in tutti gli Stati dell’Unione ma anche in altri, Italia compresa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Sei ubriaco? La tua auto ti lascia a piedi