Sebastian Vettel il pilota che non ama i social network

Vettel anti social. Il pilota tedesco della Ferrari ha confessato di non avere un account né su Facebook né su Twitter, preferendo un contatto diretto con i fan

Avreste mai parlato di un Vettel anti social? Il pilota di punta della Scuderia Ferrari si è confessato in una lunga intervista all’NBC, dalla quale è emerso il suo scarso feeling con Facebook e Twitter. Un caso più unico che raro, in un’epoca nella quale la massima interazione data dai social network la fa ormai da padrona, a maggior ragione tra vip o grandi personaggi sportivi. Giusto per rimanere nel circus della formula uno, Hamilton ed Alonso sono tra i più attivi sui social, con continui post per i loro fan.

Vettel, pilota che anche quest’anno andrà a caccia del mondiale contro le Mercedes, ha invece dichiarato di preferire un contatto più diretto con i tifosi. A differenza di molti suoi colleghi, il tedesco sente di non dover per forza fare conoscere a tutti quello che sta facendo. Vettel ha anche aggiunto che, forse, il suo mancato utilizzo di Facebook e Twitter lo rende “troppo noioso”. A ben vedere, però, ciò rispetta appieno il carattere serio e riservato del tedesco. Etichettando il pilota Ferrari come un semplice Vettel anti social, si rischia di cadere in errore.

La scelta di non avere un account sui principali social network rispecchia la grande professionalità del ferrarista. In un’epoca in cui sono l’esibizionismo e le polemiche a farla da padroni, per Vettel l’obiettivo primario è trasmettere serenità alla squadra. Il pilota tedesco non ha solo descritto i social come una perdita di tempo, ma ha anche sottolineato che la polemica paga sempre più della verità. Per questi motivi, il tedesco si è già attivato più volte per chiedere l’eliminazione delle dozzine di suoi profili “ufficiali” presenti sui social network .

Un’annotazione interessante è che anche l’altro pilota della Scuderia Ferrari, il finlandese Kimi Raikkonen, non ama particolarmente i social network. A ben vedere, dunque, sembra proprio che i vari Facebook e Twitter non siano il canale preferito dalla coppia ferrarista per interagire con i loro fan. Per portare di nuovo al successo in formula uno il prestigioso marchio di Maranello, dunque, sembra proprio che ci sarà bisogno di un Vettel anti social. La riscossa del Cavallino passa per le mani dell’erede del mai dimenticato Schumacher, molto simile al primo non solo per la provenienza, ma anche per il carattere. Velocissimo, molto riservato e professionale: a volte per conquistare i tifosi, i social non sono neanche necessari.

MOTORI Sebastian Vettel il pilota che non ama i social network