Se ti ubriachi, la macchina si blocca: l’Europa pensa ad una legge

Al vaglio dell’Europa la proposta di utilizzare un dispositivo che impedisce di mettere in moto l’auto se si è ubriachi.

Gli incidenti stradali che vedono coinvolti automobilisti alla guida sotto effetto di alcol sono sempre in numero consistente e la guida in stato di ebbrezza resta uno dei principali motivi di morte su strada. Per questo motivo, l’Unione Europea sta pensando di installare sulle automobili di nuova costruzione gli “Alcol Interlock”, dei dispositivi che sottopongono il guidatore a un alcol test e impediscono alla vettura di mettersi in moto in caso di risultato positivo.

La proposta prende spunto da un provvedimento del 2015 messo a punto negli Stati Uniti, su suggerimento del senatore James Timilty, il quale prevedeva l’installazione degli Alcol Interlock su automobili e veicoli usati per lavoro o su macchine di persone che avevano già avuto denunce o fermi per guida in stato di ebbrezza. Successivamente, anche alcuni Stati Europei, tra cui Francia, Austria, Belgio, Danimarca, Paesi Bassi, Polonia, Finlandia e Svezia hanno introdotto l’uso del dispositivo, riscontrando una riduzione di morti su strada a causa dell’abuso di alcol.

Ecco perché l’Etsc, l’European Transport Safety Council, l’ente preposto al controllo della sicurezza sulle strade europee, ha pensato di allargare l’installazione dell’Alcol Interlock a tutti i veicoli di nuova costruzione e non solo su quelli professionali o di automobilisti “recidivi”.

L’Alcol Interlock si attiva al momento dell’accensione dell’auto, bisogna soffiarci dentro e, se si ha un tasso alcolemico superiore a quello consentito per mettersi alla guida, l’auto si spegne automaticamente e si riaccende solo quando il dispositivo riscontra valori normali.

Nel 2016 si sarebbero potute evitare più di 5.000 morti se si fosse utilizzato l’Alcol Interlock, come risulta dai dati analizzati. Su circa 26mila persone morte sulle strade europee, ben 5.120 hanno perso la vita per guida in stato di ebbrezza, le altre morti sono state causate dall’eccesso di velocità, dal mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e dalla distrazione.

L’Etsc ha condotto uno studio sul consumo di alcol in Europa, con in cima alla classifica gli abitanti della Repubblica Ceca e della Lituania. In terza posizione, la Gran Bretagna seguita da Francia, Germania, Spagna e Italia. All’ultimo posto, la Turchia, con un consumo di circa 2,4 litri l’anno pro capite.

 

MOTORI Se ti ubriachi, la macchina si blocca: l’Europa pensa ad una le...