Scooter a tre ruote in autostrada: cosa dice la legge

Si era già parlato degli emendamenti che avrebbero dovuto sanare una mancanza del Codice della Strada

Avevamo parlato di questo argomento specifico nel mese di novembre 2019 quando, a Eicma 2019, abbiamo visto molti nuovi veicoli a tre ruote omologati come L5e. Erano vicini i festeggiamenti per una nuova circolare emanata dalla Polizia Stradale.

Si è parlato poi di due emendamenti che avevano come obiettivo quello di andare a porre rimedio ad una falla grave all’interno del Codice della Strada, eppure non sono entrati nel decreto di conversione del Milleproroghe, pare che se ne dovrà riparlare a giugno. Al centro della polemica continuano ad esserci gli scooter a tre ruote, come ad esempio il Piaggio Mp3 o il Yamaha Tricity 300 (non il 155 o il Niken), e la possibilità o meno di accedere alle autostrade o alle tangenziali.

Grazie al Decreto Milleproroghe sarebbe dovuta diventare realtà la modifica all’art. 175 del Codice della Strada in modo da includere questi mezzi a tre ruote, quindi L5e di cilindrata non inferiore a 250 cc, potenza non inferiore ai 15 kW e con un solo posto oltre a quello del conducente, nella libera circolazione su tangenziali e autostrade. Tra gli emendamenti del decreto però non è stata accettata questa importante modifica, il decreto sta per diventare legge e questa parte che riguarda i veicoli a tre ruote è rimandata probabilmente a giugno.

Si parlava della soluzione alla falla del Codice della Strada ed era stata presentata in due emendamenti differenti, uno firmato da un gruppo molto numeroso di parlamentari del Movimento 5 Stelle e uno a firma del parlamentare PD Davide Gariglio. La modifica però al momento è stata dichiarata inammissibile perché distante dalle finalità del decreto Milleproroghe.

Il Ministero dei Trasporti non ha portato avanti la ‘battaglia’ e non si è esposto in prima linea per portare avanti questa modifica in modo forte e indiscutibile. In questo momento infatti non c’è più alcuna resistenza al cambiamento dell’articolo, ormai tutti gli attori interessanti hanno pacificamente accettato la cosa. I veicoli a tre ruote infatti hanno tutte le caratteristiche per poter viaggiare in autostrada, sia funzionali che tecniche.

A questo punto possiamo solo attendere e pensare che la modifica entri ad esempio in uno dei prossimi provvedimenti omnibus dei Governo, tra maggio e giugno dovrebbe essere approvato il Dl Crescita, quindi magari qualche cambiamento lo potremo vedere in quel momento.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Scooter a tre ruote in autostrada: cosa dice la legge