Scandalo a Roma: ecco l’ufficio che toglieva le multe a vip e parenti

Oltre diecimila le contravvenzioni cancellate per favori o dietro pagamento di denaro

Oltre diecimila multe annullate tra il 2008 e il 2015 per salvare vip, amici e parenti: tante sarebbero, secondo un’inchiesta condotta dalla Procura di Roma, le contravvenzioni cancellate dall’Ufficio Contravvenzioni e l’Ufficio Notifiche della Capitale per favorire personaggi più o meno noti.

Nell’inchiesta condotta dal pm Francesco Dall’Olio, sarebbero già cinque le persone accusate di falso, truffa e abuso d’ufficio, a seconda delle posizioni ricoperte professionalmente e nella vicenda.

Queste, in pratica, facevano sparire multe o archiviavano ricorsi sul terminale informatico, solitamente ‘trasformando’ i veicoli multati perché attraversavano zone pedonali o a traffico limitato, in vetture intestate a soggetti istituzionali, utilizzate in operazioni di polizia giudiziaria o per il trasporto di invalidi.

Cancellazioni o archiviazioni avvenivano non solo per semplici ‘favori’ ma, con ogni probabilità, anche dietro pagamento di denaro.

Le persone inquisite sarebbero dipendenti del Dipartimento delle Risorse economiche di Roma Capitale in Via Ostiense, cui fanno capo l’Ufficio Contravvenzioni e l’Ufficio Notifiche. Nello specifico si tratterebbe di tre ex dirigenti e due segretarie: viste le dimensioni dell’inchiesta, però, non è da escludere che il numero degli indagati possa crescere e lo scandalo allargarsi ulteriormente.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Scandalo a Roma: ecco l’ufficio che toglieva le multe a vip e pa...