Al Salone di Ginevra 2018 torna la dune buggy, ecco la Hyundai Kite

Dalla collaborazione tra Hyundai e lo IED di Torino, nasce una dune baggy che è anche un jet-ski monoposto. Destinazione, Salone di Ginevra.

Aspetto futurista e linee aggressive, la Kite è la nuova dune buggy secondo Hyundai. O, meglio, secondo gli studenti dell’Istituto Europeo di Design (IED) di Torino che – in collaborazione con la casa automobilistica coreana – l’hanno progettata. Nata come tesi di un gruppo dei govani designer del master biennale in Transportation Design, regala al concetto di dune buggy un’interpretazione tutta nuova. Perché la Kite, nonostante faccia capo proprio a quel modello d’automobile progettata per marciare sulla sabbia, ne conserva l’aspetto divertente ma lo arriccisce con un che di avveniristico.

Molto diffusa in America negli anni Sessanta e Settanta, la dune buggy è stata presa come punto di partenza dai giovani designer. E, ora, la sua evoluzione chiamata Kite sarà sotto gli occhi di tutti al prossimo Salone di Ginevra. Sbarazzina, grintosa, simbolo di libertà e di divertimento, è in realtà un due veicoli in uno: perché il prototipo firmato Hyundai sarà sì una moderna interpretazione della dune buggy, ma anche un jet-ski monoposto pensato per sfrecciare sull’acqua. Lunga 3 metri e 75 e larga 2 metri e 24, la Hyundai Kite si compone di una vasca monoscocca, ispirata proprio al concetto di galleggiamento, ma ciò che colpisce di più è il suo aspetto di totale continuità: interno ed esterno sono un tutt’uno, così come il parabrezza, le portiere, il tetto, i montanti. Le linee sono morbide, sinuose. E allo stesso tempo sportive, grintose. Perché il progetto dei designer dello IED di Torino è proprio quello di presentare al mercato un veicolo multitasking, piacevole da guidare e – soprattutto – avventuroso. Un veicolo a propulsione elettrica, che prevede quattro motori brushless nelle ruote per circolare sul terreno, e un sistema a turbina acqua jet quando deve “navigare”.

Ma il carattere innovativo della Hyundai Kite non è finita qui: l’auto può infatti essere guidata anche tramite smartphone, trasformando il pilota – di fatto – in un passeggero. Il volante e il mobile-pad si possono spostare velocemente e facilmente, così l’originalissima duggy bag può essere guidata a destra e a sinistra, sposando lo stile di guida del suo proprietario o le normative del Paese a cui è destinata.

Al Salone di Ginevra 2018 torna la dune buggy, ecco lo Hyundai Kite

MOTORI Al Salone di Ginevra 2018 torna la dune buggy, ecco la Hyundai Ki...