Rottamazione auto Euro 3: ora c’è anche l’incentivo

Un nuovo emendamento estende l’ecobonus anche a chi rottama un veicolo Euro 3

Abbiamo parlato tanto di ecobonus e degli sconti previsti per l’acquisto di un nuovo veicolo green.

La novità che dobbiamo aggiungere oggi riguarda il fatto che un emendamento al decreto crescita ha inserito l’ecobonus anche per tutte le moto elettriche e anche le microcar. È il governo ad aver firmato questa riformulazione della proposta del M5S, che prevede l’estensione del bonus a tutti i mezzi green di categoria L. In particolare quindi si tratta delle moto di ogni cilindrata, è stato quindi rimosso il limite di 11 kW, dei ciclomotori, dei quadricicli e dei tricicli.

Un’altra cosa molto importante, come abbiamo dichiarato in apertura, è che l’emendamento prevede da oggi anche l’ecobonus per chi rottama un veicolo che fa parte della categoria Euro 3, fino a questo momento, come ben sappiamo, era possibile solo per gli Euro 0, 1 e 2.

Sugli ecobonus abbiamo approfondito più volte il discorso, il meccanismo doveva entrare in vigore dal 1° marzo 2019 ma ha tardato di poco più di un mese, a causa di problemi e rallentamenti burocratici. Gli sconti si sono sbloccati e sono attivi per tutti coloro che hanno deciso di acquistare una vettura elettrica o con motorizzazione ibrida. Il decreto del Mise, adottato di concerto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, rende operativa la procedura di erogazione dell’incentivo ed è stato registrato alla Corte dei Conti.

Un provvedimento che apre una fase importante, che permette a tutti i concessionari in Italia di inserire sulla piattaforma realizzata e dedicata appositamente agli ecobonus, sia gli ordini che tutte le prenotazioni dell’incentivo. Dal momento in cui si effettua la prenotazione si hanno fino a 180 giorni di tempo al massimo per la consegna. Tutte le richieste degli eco-sconti possono essere effettuate sulla piattaforma aggiornata.

Dando un breve sguardo alle linee dell’ecobonus, ricordiamo che va dai 1.500 euro fino ai seimila per l’acquisto e l’immatricolazione di un’auto che registri emissioni inquinanti di CO2 inferiori ai 70 grammi per ogni km percorso, è valido anche per i leasing. Il prezzo di listino ufficiale della vettura deve essere inferiore ai 50.000 euro Iva esclusa. Il contributo può variare il suo importo in base alla contestuale consegna o meno, al momento dell’acquisto, della vecchia auto per la rottamazione, che sia della stessa categoria, e viene riconosciuto come un vero e proprio sconto sul prezzo di acquisto del cliente.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Rottamazione auto Euro 3: ora c’è anche l’incentivo