Roma si prepara ad ospitare il Gran Premio di Formula E

Il countdown per la prima gara di Formula E a Roma è iniziato e la città è in fermento per i preparativi.

Ormai ci siamo, manca pochissimo all’ePrix di Roma. La super organizzazione è in moto per preparare il quartiere EUR a ospitare per la prima volta in assoluto la Formula E a Roma il 14 aprile. Il Sindaco Virginia Raggi ha mandato ai cittadini del quartiere una lettere per avvisare di tutti i cambiamenti previsti per l’occasione. Ha ovviamente assicurato che l’obiettivo è quello di ridurre al minimo l’impatto ambientale e ha fornito tutte le informazioni utili ai cittadini per valorizzare questo evento di fama e portata mondiale.

Il circuito sarà lungo 2,8 km fra via C. Colombo e Palazzo dei Congressi. La capitale si aspetta circa 40 mila spettatori e un indotto di 60 milioni di euro in tre anni. Questi fondi verranno probabilmente investiti per il rifacimento delle strade dell’EUR, per migliorare la mobilità sostenibile e aumentare le colonnine elettriche in città.

Al via i lavori e anche le polemiche ovviamente. La prima è una lamentela inerente all’asfalto gettato su alcuni tratti di pavé storico di Roma, ma si assicura che sarà solo temporaneo, soluzione adottata quindi fino al termine dell’evento.

Ci saranno però ovviamente ripercussioni sul territorio e sulla viabilità. L’allestimento del circuito avrà luogo dal 3 al 12 aprile, la gara durerà dal 12 al 14 e lo smantellamento molto probabilmente fino al 22. Tutti questi lavori si svolgeranno comunque in orario notturno e man mano porteranno ad un’ovvia perdita degli spazi destinati ai parcheggi e ampie modifiche alla viabilità. L’area intorno al circuito sarà completamente chiusa al traffico.

In totale Roma perderà circa 4.500 posti auto, quasi metà di quelli disponibili. Le deviazioni interesseranno anche i mezzi pubblici, il cui utilizzo sarà però incentivato da una campagna di comunicazione proprio nei giorni di lavori per allestimento. Sul sito romamobilita.it e sui social @romamobilita ci sono tutte le informazioni utili, che saranno veicolate anche sui siti istituzionali di Roma Capitale e Atac.

In concomitanza della gara, sono state annunciate molte iniziative sportive collaterali all’ePrix, come bici, longboard, atletica leggera. Sarà inoltre presente l’E-Village con stand, spazi informativi e simulatori, tutto accessibile solo a chi ha diritto di ingresso.

Infine possiamo quindi dire che i progetti sono molti e anche le buone intenzioni. Le idee che si possono realizzare sono parecchie, l’unica cosa al momento non certa sono i numeri, sia di presenze sia ad esempio di colonnine elettriche che verranno poi veramente installate. Senza dimenticare che un evento di questa portata dovrebbe portare beneficio a tutte le zone adiacenti, un po’ come ha fatto Expo per Milano.

MOTORI Roma si prepara ad ospitare il Gran Premio di Formula E