La rivale cinese di Tesla vuole sbarcare alla borsa americana

Sono tante le nuove aziende che vogliono sfidare Tesla, Xpeng Motors ci prova dalla Cina

Conosciamo tutti l’azienda di Palo Alto, la mitica Tesla, che oggi praticamente è il brand di auto elettriche per eccellenza, noto in tutto il mondo per le sue vetture a zero emissioni.

L’eclettico CEO Elon Musk, nonostante il periodo non proprio roseo che il brand sta attraversando in questo momento, soprattutto in Europa, continua a proporre nuove idee. Nel fitto calendario dell’azienda californiana c’è da una data da segnare in rosso: quella del 15 settembre del 2020, giorno del grande evento in cui Musk ha deciso che presenterà l’ormai famosa batteria da un milione di miglia.

In questo scenario, ci sono tantissime aziende che cercano di attirare capitali in borsa come Tesla, tra queste c’è Xpeng Motors, nata nel 2014 a Guangzhou, in Cina, guidata dal Ceo He Xiaopeng, con un totale di circa 3.600 dipendenti. Le auto create dal brand cinese sono solo due al momento, ma ancora non sono state lanciate sul mercato internazionale, sono la berlina denominata P7 e il SUV G3.

xpeng_motors

Fonte: Xpeng Motors

Lo stile della P7 è molto fine e al momento viene addirittura definita come l’alternativa cinese alla Tesla Model 3,  fino a febbraio la terza auto più venduta in Europa. Pare che (secondo Cnbc) Xpeng Motors abbia fatto richiesta di Ipo (Initial Public Offering) a Wall Street, significa che vorrebbe entrare nella borsa americana con una prima quotazione. Ovviamente l’obiettivo è quello di vendere le azioni per raccogliere fondi e avere i capitali necessari a sviluppare nuovi modelli. Alla fine del mese scorso, nelle casse della startup, sono entrati ben 400 milioni di dollari da Alibaba (per chi non lo conoscesse, è l’Amazon della Cina), dalla Qatar Investment Authority e dal fondo di Abu Dhabi Mubadala.

Sono tante le startup cinesi che “ci provano”, ma Xpeng Motors si distingue sia per piattaforma elettrica proprietaria che per la tecnologia. Vanta infatti connessione a Internet, guida autonoma e intelligenza artificiale. Tanti i dipendenti dell’azienda che lavorano nei reparti di ricerca e sviluppo, la fabbrica è quasi totalmente automatizzata.

I prodotti di Xpeng Motors, come abbiamo detto, sono solo due e al momento vengono venduti solo in Cina. La G3 è un SUV di medie dimensioni, con motore e trazione anteriori, in grado di erogare una potenza massima di 197 cavalli e 300 Nm di coppia. L’autonomia dichiarata è di 460 km e il prezzo parte da 20.710 euro. La P7 è la berlina lunga 488 centimetri, è a motore e trazione posteriore e sprigiona 266 cavalli di potenza e 390 Nm di coppia massima, con un’autonomia di 586 chilometri. Il prezzo in Cina parte da 31.700 euro.

xpeng motors_cina

Fonte: Xpeng Motors

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI La rivale cinese di Tesla vuole sbarcare alla borsa americana