Rischio per la sicurezza stradale: sarà vietato ‘Pokemon Go’?

Il Codacons chiede misure per contrastare i 'danni collaterali' di Pokemon Go. Sarà vietato?

Anche in Italia è ormai scoppiata la passione per “Pokemon Go”, il gioco per cellulare più scaricato al mondo: purtroppo, dalla passione alla mania e agli eccessi il passo talvolta è breve e così vediamo ormai un po’ ovunque persone che vagano con il cellulare in mano incuranti di quanto gli accade intorno. E se l’abitudine è pericolosa quando si è piedi nei parchi, può risultare fatale se si gioca quando si è al volante, tanto che già si sono registrati anche in Italia incidenti e multe provocate da guidatori distratti dall’inseguimento ai mostriciattoli giapponesi.

La situazione rischia di diventare allarmante e per porre freno s’è mosso anche il Codacons, il Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori, che ha chiesto al Ministero di vigilare sulla vicenda e alla Procura di aprire un’indagine per attentato alla sicurezza dei trasporti.

“La “Pokemon Go mania” rischia di trasformarsi in un fenomeno pericolosissimo sul fronte della sicurezza stradale – ha sottolineato Carlo Rienzi, presidente del Codacons – Giochi di questo tipo rappresentano un pericolo concreto perché vengono utilizzati in qualsiasi momento della giornata e distolgono i giocatori dalla dovuta attenzione verso la strada e l’ambiente circostante”.

“Pensiamo a chi usa l’App alla guida di una automobile, ma anche a pedoni e ciclisti a caccia di Pokemon che rischiano di essere investiti perché intenti ad osservare lo schermo del cellulare e non il marciapiede, le strisce pedonali e la strada dove camminano”, ha aggiunto Rienzi.

“Alla luce degli ultimi incidenti registrati in Italia abbiamo deciso di presentare un esposto alla Procura di Roma, affinché apra una indagine per ‘attentato alla sicurezza dei trasporti’ e verifichi se l’applicazione in questione possa rappresentare un pericolo ai sensi del Codice della Strada. Al tempo stesso ci rivolgiamo al Ministero dei trasporti perché adotti le misure del caso a tutela degli utenti della strada, compreso – qualora necessario – il divieto totale di diffusione dell’App “Pokemon Go” sul territorio italiano”, ha concluso il presidente dell’Associazione.

Resta da vedere come replicheranno Ministero e Procura alla richiesta del Codacons: sicuramente un provvedimento come il divieto di utilizzo dell’App avrebbe del clamoroso, aprendo probabilmente una serie di polemiche e contenziosi giudiziari.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Rischio per la sicurezza stradale: sarà vietato ‘Pokemon G...