Richiesta a Ford, Jaguar e Honda la produzione di respiratori

Sono tante le attrezzature che servono per far fronte all’emergenza, per questo vengono coinvolte anche le Case auto

La situazione che coinvolge l’Italia, l’Europa, il mondo intero oggi è davvero drammatica, lo sappiamo bene. Siamo in piena emergenza a causa dell’epidemia di Coronavirus, per questo motivo si cercano aiuti ovunque, da chiunque si pensa possa dare una mano.

Abbiamo visto prima chiudere scuole, teatri, cinema, poi bar e pub, ristoranti e negozi. Alcune fabbriche stoppano la produzione sia per salvaguardare i propri operai, sia per la scarsità di materie prime che provengono dai fornitori. Ci sono poi le concessionarie auto chiuse e invece le officine meccaniche e i gommisti che assicurano il supporto solo in caso di emergenza, a chi deve usare l’auto per lavoro anche in questi giorni.

In questo scenario di emergenza sanitaria la situazione più drammatica chiaramente la vivono gli ospedali e in particolare i reparti di terapia intensiva. La tipologia di attrezzatura che serve maggiormente sono i respiratori, che purtroppo scarseggiano. Sono però fondamentali per salvare vite umane, ovviamente, i casi di pazienti positivi al Coronavirus aumentano, e bisogna far fronte all’emergenza con i corretti sistemi. Per questo motivo il Governo inglese ha avuto l’idea di chiedere a costruttori come Jaguar Land Rover, Honda e Ford di contribuire a realizzare respiratori e anche altre attrezzature sanitarie.

Jaguar Land Rover ha già risposto positivamente a questo appello, e infatti ha fatto sapere che si impegnerà per supportare chi ha bisogno in questo periodo così complicato. Ford sta valutando la richiesta, Honda invece ha dichiarato di essere stata incaricata dal Governo inglese di cercare di capire come possa iniziare a costruire attrezzature mediche specializzate per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, l’idea del Governo è ovviamente molto interessante, anche se chiaramente le difficoltà sono tante.

Abbiamo visto l’esempio della BYD, azienda costruttrice di auto elettriche in Cina, che ha trasformato la sua produzione realizzando mascherine e disinfettanti, utili più che mai in questo periodo. Eppure possiamo solo immaginare quanto sia difficile per un’azienda che realizza auto, o qualsiasi altro bene, convertire completamente le linee di produzione per creare respiratori. Si tratta di dispositivi medici molto delicati, che devono ovviamente funzionare alla perfezione. Il progetto quindi è fattibile, ma chiaramente potrebbe richiedere alcuni mesi, utili per convertire le linee e formare anche il personale. Speriamo solo non sia troppo tardi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Richiesta a Ford, Jaguar e Honda la produzione di respiratori