Regole drastiche contro monopattini e bici: scatta la rimozione forzata

Monopattini elettrici e bici stanno invadendo la città di Milano, inizia la battaglia contro la ‘sosta selvaggia’

Parte oggi 14 ottobre il servizio di rimozione forzata contro biciclette e monopattini a Milano. Sono troppi i mezzi che vengono lasciati in divieto di sosta, che invadono i marciapiedi e addirittura vengono appoggiati alle auto, senza rispetto alcuno.

Per le strade della città di Milano, come in moltissimi altri centri italiani, ormai questi mezzi si stanno diffondendo a macchia d’olio, complici la voglia di avere mezzi comodi, leggeri e non inquinanti per muoversi in centro, e forse anche il bonus mobilità, che incentiva l’acquisto di biciclette e monopattini (leggi come ottenerlo).

Una circolare del vicecomandante della Polizia Locale Paolo Ghirardi, spiega come si svolgerà il servizio di rimozione forzata per questa tipologia di mezzi: sarà attivo tutti i giorni della settimana dalle 8 alle 13 e dalle 13.30 alle 20. Verrò utilizzato un autocarro di Atm (l’azienda dei trasporti milanesi) per liberare i marciapiedi e caricare tutti i micro-veicoli lasciati in divieto. La ‘sosta selvaggia’ a Milano, e in molti grandi centri, è già un problema, ora si aggiungono anche i monopattini.

La circolare continua (ripresa da ANSA) chiarendo che gli operatori incaricati avranno il compito di controllare quelle che sono le soste vietate che ostacolano maggiormente la circolazione di pedoni e veicoli. Parliamo senza dubbio di chi parcheggia il proprio mezzo vicino agli scivoli per le persone invalide, vicino alle strisce pedonali e sugli spazi dedicati alle fermate del trasporto pubblico.

rimozione forzata monopattini

Fonte: Virgilio Motori

Parte quindi oggi in via sperimentale a Milano l’attività di rimozione di monopattini e biciclette, al momento verrà effettuata nell’area della ‘cerchia dei bastioni’, quindi nella zona centrale del capoluogo lombardo. Già da mesi intanto è aperta un’indagine in Procura, volta all’esplorazione e al controllo del fenomeno dei monopattini, che chiaramente ha il primario obiettivo di verificare la sicurezza di questi mezzi. Troppi infatti gli incidenti causati da questi micro-veicoli negli ultimi mesi, alcuni anche gravi.

Il vicesindaco Anna Scavuzzo e l’assessore alla Mobilità Marco Granelli hanno spiegato: “La diffusione di monopattini e biciclette in sharing racconta un’attenzione e una disponibilità a una mobilità nuova e sostenibile e migliora le azioni di tutela dell’ambiente e della salute delle persone. Allo stesso tempo, il rispetto delle regole da parte di tutti è fondamentale, anche per quel che riguarda la sosta. Monopattini e biciclette non devono diventare un ostacolo o un intralcio: ci auguriamo che il buonsenso di chi li utilizza prevalga, nel mentre è indispensabile attivare questo nuovo servizio di rimozione e verificarne l’efficacia”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Regole drastiche contro monopattini e bici: scatta la rimozione forzat...