Rc Auto, in programma possibili importanti modifiche

Il Movimento 5 Stelle vorrebbe modificare il sistema delle assicurazioni auto a favore degli automobilisti

Parliamo di governo e di scelte che provengono dai piani alti in Italia, Conte è appoggiato e sostenuto dal Movimento 5 Stelle che, nella propria agenda, ha deciso di inserire anche delle modifiche riguardanti il sistema della Rc Auto vigente oggi in Italia.

Tutto dovrebbe essere a favore degli automobilisti, l’obiettivo pare infatti quello di dare agli italiani che hanno un’auto (e quindi la assicurano) degli strumenti per consentire loro di scegliere la soluzione più vantaggiosa, si cerca anche di raggiungere un livello di trasparenza maggiore. Pare che siano già aperte le votazioni per la prima proposta di modifica del sistema.

Se gli iscritti al partito dovessero dare l’ok a maggioranza, allora questa prima bozza potrebbe diventare una vera e propria proposta da presentare al Parlamento. Il Movimento 5 Stelle, tra le varie modifiche, propone di dare ad ogni compagnia assicurativa presente sul territorio nazionale un voto. In questo modo si creerebbe una sorta di sistema di recensione, un po’ come succede in ogni altro settore oggi, dai viaggi ai ristoranti e quant’altro.

Si andrebbe a dare una votazione, aperta a tutti gli utenti che, andando a esprimere la propria valutazione, dovrebbero prendere in considerazione i differenti parametri sul servizio di consulenza, sia in fase di sottoscrizione della polizza che per quanto riguarda la liquidazione di un sinistro. Il Movimento 5 Stelle che, come abbiamo detto, vuole semplificare la vita degli automobilisti, vorrebbe introdurre questo sistema per aiutare appunto gli utenti italiani nella scelta, qualora dovessero cambiare assicurazione, dando una visione d’insieme di tutte quelle che sono le proposte.

Un altro aspetto fondamentale a cui tiene il partito dei Grillini è rendere più equo e trasparente il settore delle Rc Auto in Italia, per questo motivo infatti vorrebbe creare il questionario di valutazione di ogni compagnia. Ma non è tutto, pare che un’altra proposta sia l’introduzione di una sorta di polizza base che dovrebbe includere delle garanzie minime, sempre per dare la possibilità agli utenti di avere una panoramica d’insieme più chiara e poter scegliere in maniera più semplice.

Un problema molto sentito e preoccupante oggi in Italia è quello della presenza, ancora nel 2019, di molti veicoli non assicurati che girano per le nostre strade. Luigi Di Maio, con il suo partito, mira a ridurre questo fenomeno, andando a costituire un organo competente a verifiche di questo tipo, in collaborazione con il Ministero dell’Interno, a partire dal prossimo anno. Il settore delle Rc Auto è molto delicato, colpito anche da un altro fenomeno di illegalità, quello dei falsi siti che stipulano assicurazioni fake, mettendo nei guai gli automobilisti che vi si affidano. Speriamo che si arrivi a una soluzione anche in questo caso.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Rc Auto, in programma possibili importanti modifiche