PSA, chiudono tutti gli stabilimenti in Europa

L'epidemia mondiale blocca anche la produzione di auto del Gruppo francese

L’emergenza Coronavirus si fa sentire in Italia, come anche nel resto dell’Europa e nel mondo. Ormai da giorni stiamo assistendo alla chiusura progressiva delle attività commerciali, giustamente pian piano tutto si ferma e noi restiamo a casa, quest’epidemia deve vedere una fine.

E ci auguriamo che il grande impegno di tutti e i sacrifici porteranno a un miglioramento della situazione, speriamo nel più breve tempo possibile. Nei giorni scorsi abbiamo parlato delle officine meccaniche e dei gommisti, che restano aperti solo per le emergenze di chi deve continuare a usare l’auto per lavoro anche in questi giorni. Abbiamo visto poi i provvedimenti riguardanti revisione, Rc Auto e bollo.

Tante le fabbriche che chiudono, tra cui anche quelle del gruppo FCA e Ferrari, che hanno appena annunciato uno stop alla produzione. Oggi i francesi di PSA seguono l’esempio e chiudono tutti gli stabilimenti in Europa. Le fabbriche che si trovano in Francia, a Mulhouse, e in Spagna, a Madrid, verranno fermate a causa del Coronavirus. Nel corso della settimana anche altri vedranno la chiusura. Il gruppo PSA, che come ben sappiamo nei prossimi mesi finalmente convolerà a nozze con FCA, ha dichiarato: “Chiudiamo a causa dell’accelerazione dei casi gravi di Covid-19 vicino a certi siti di produzione. L’arresto delle fabbriche è anche dovuto allo stop degli approvvigionamenti da parte di importanti fornitori e il calo brutale del mercato automobilistico”.

Il Presidente del Direttorio, insieme ai membri dell’unità di crisi, ha deciso di adottare il principio della chiusura degli stabilimenti di produzione delle auto, con la seguente programmazione, fino al 27 marzo:

  • dal 16 marzo chiudono le fabbriche di Madrid (Spagna) e Mulhouse (Francia);
  • dal 17 marzo chiudono Poissy, Rennes, Sochaux (Francia), Saragozza (Spagna), Eisenach, Rüsselsheim (Germania), Ellesmere Port (Regno Unito), Gliwice (Polonia);
  • dal 18 marzo si procede con Hordain (Francia), Vigo (Spagna), Mangualde (Portogallo);
  • infine dal 19 marzo vengono coinvolti anche gli stabilimenti di Luton (Regno Unito) e Trnava (Slovacchia).

Di conseguenza sarà adeguata anche la chiusura dei siti di produzione di pezzi meccanici e grezzi, i dirigenti delle varie strutture dovranno pensare alle procedure di chiusura dei siti a livello locale, effettuate in coordinamento con le parti sociali. PSA ha dichiarato che fino a quel momento il rispetto delle misure barriera è la migliore protezione contro la diffusione del Coronavirus.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI PSA, chiudono tutti gli stabilimenti in Europa