Il prezzo del diesel non smette di salire

Continua il rincaro dei prezzi del carburante in Italia, la situazione sta diventando sempre più difficile da sostenere

Ormai non si parla d’altro, o quasi. Oltre alla continua crisi del settore auto, dovuta a tutte le conseguenze del periodo più brutto della pandemia dello scorso anno e alla mancanza dei semiconduttori oggi, purtroppo gli italiani sono costretti a subire anche un continuo rincaro dei prezzi del carburante.

L’Osservatorio del Ministero dello Sviluppo Economico ha comunicato quello che è il costo medio nazionale dei combustibili. La benzina infatti oggi, in modalità self service, raggiunge la quota di 1,728 euro al litro, in un solo giorno si è registrato un aumento di ben 6 centesimi. Per quanto riguarda il diesel invece, sempre in modalità self, siamo arrivati al prezzo di 1,588 euro al litro. In 24 ore la benzina ha visto un aumento di 7 centesimi sul costo del servito, ad oggi a quota 1,863 euro al litro; il prezzo medio del diesel servito è di 1,731 euro al litro.

La situazione non vede alcun margine di miglioramento per il momento, anzi, sembra solo peggiorare costantemente. Lo stesso sta accadendo anche per il gas metano e per il GPL, quello che era il vantaggio per gli utenti basato sul prezzo, sta andando via via svanendo. Lo abbiamo già visto nei giorni scorsi, ormai il GPL è arrivato a prezzi altissimi, che oscillano tra 0,807 e 0,823 euro al litro, il metano tra 1,538 e 1,884 euro al litro.

Guardando la situazione del petrolio, non possiamo fare altro che aspettarci una continua ascesa dei costi alla pompa. Secondo il Codacons, molto probabilmente ogni famiglia spenderà ben 390 euro in più all’anno per fare rifornimento di carburante. L’aumento dei prezzi della benzina e del gasolio, rispetto al mese di ottobre del 2020, oggi si attesta al 23,4% e del 24,3%. Il caro prezzi dei carburanti purtroppo incide chiaramente sui trasporti, il surplus viene caricato sui beni, che siamo noi cittadini a pagare. Sempre secondo il Codacons, il Governo dovrebbe diminuire le accise che gravano sui carburanti e l’aliquota dell’Iva (sono già state avanzate le richieste all’Esecutivo).

Ma Roberto Cingolani, Ministro della Transizione Ecologica, ‘approfitta’ della situazione per eliminare del tutto il diesel, vorrebbe infatti introdurre una nuova tassa sulle vetture alimentate a gasolio. Il Ministro infatti vorrebbe eliminare le agevolazioni che incentivano l’uso di prodotti energetici inquinanti, il diesel primo su tutti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il prezzo del diesel non smette di salire