Prezzi del carburante in discesa in Italia

Previsto un calo dei prezzi nei prossimi quattro giorni, sia per benzina che per gasolio

Nei prossimi quattro giorni è previsto un calo dei prezzi dei carburanti in Italia.

A dichiararlo è il presidente delal Figisc Confcommercio, Bruno Bearzi. Il numero uno della Federazione Italiana Gestori Impianti Stradali Carburanti , sostiene che nei prossimi giorni ci sono le condizioni per una aspettativa di diminuzione dei prezzi medi del mix tra i prodotti benzina e quelli a gasolio, con scostamenti compresi almeno entro 1,0 cent/litro in meno.”Nel corso delle settimana che va da giovedì 30 maggio a ieri, il greggio di riferimento Brent è fortemente diminuito, con una variazione di -5,32 euro/barile – ha spiegato il presidente Bruno Bearzi in una nota ufficiale della Figisc – la Quotazione Internazionale Cif Mediterraneo dei prodotti lavorati è scesa di 4,7 centesimi al litro per il gasolio e di 5,1 centesimi al litro per la benzina. Con l’Iva, le variazioni per i prodotti sono, rispettivamente, di -5,7 e di -6,2 centesimi al litro”.

Numeri incoraggianti dei quali Bruno Bearzi si serve per prevedere l’andamento dei prossimi giorni: “A meno di drastiche variazioni in più o in meno delle quotazioni internazionali alla chiusura dei mercati di oggi o del tasso di cambio euro/dollaro, ci sono ad oggi plausibili presupposti per una aspettativa di prezzi tendenzialmente in calo, media dei due prodotti benzina e gasolio e delle due modalità di servizio ‘self’ e ‘servito’, per i prossimi 4 giorni con scostamenti per questa prima fase di almeno 1,0 cent/litro in meno” sottolinea il presidente Nazionale della federazione.

Nella settimana precedente,  i prodotti in extrarete sono stati venduti dalle Compagnie petrolifere sugli impianti dei propri gestori della rete di marchio a prezzi di vendita mediamente più sostenuti, nell’ordine di circa 33,02/ 33,2 cent/litro in modalità ‘servito’ e di 16,7/17,4 in modalità ‘self service’ rispetto a quelli riservati agli operatori indipendenti. Nonostante la previsione del calo dei prezzi, quelli italiani risultano ancora più alti rispetto agli altri paesi d’Europa. Dalla rilevazione del 3 giugno 2019, infatti, è emerso che sia il gasolio che la benzina, hanno avuto il quarto prezzo più elevato di tutta l’Unione Europea. Per quanto riguarda i prezzi praticati in autostrada, invece, il Presidente Nazionale Anisa Confcommercio, Stefano Cantarelli, ha spiegato che nella settimana dal 29 maggio al 4 giugno, sono stati mediamente superiore alla media di quelli praticati sulla rete ‘colorata’ della viabilità ordinaria.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Prezzi del carburante in discesa in Italia