Pomigliano, in tilt lo stabilimento della Fiat Panda: mancano i pezzi

Lo stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco, dove vengono prodotte le Fiat Panda e in futuro il nuovo Suv Alfa Romeo, si ferma.

Oggi a Pomigliano si fabbricano 4.500 Panda a settimana che dovrebbero passare a circa 5.300 proprio con l’inizio di marzo. I due giorni di sciopero proclamati dalla Fiom nel reparto stampaggio, ha però costretto  Fca a fermare per un intero turno lo stabilimento a causa della mancanza di materiale.

Gli scioperi indetti dai lavoratori Fiom nei gironi scorsi hanno infatti prodotto una mancanza di particolari prodotti utili alla produzione nel reparto di stampaggio.

Questi scioperi – ha commentato Felice Mercogliano, segretario generale della Fismic campana – creano forti disagi nel resto della fabbrica, con lo stop di altri reparti, ad esclusione proprio dello stampaggio, che dovrà recuperare per far ripartire il montaggio. E’ grave che nel momento dell’attuazione del piano, e dell’aumento di richieste di Panda, si faccia uno sciopero per evitare i 18 turni che porterebbero benefici economici e l’abbattimento di una bella percentuale di cig”.

Il reparto stampaggio è quello che alimenta tutto il resto dello stabilimento Fca di Pomigliano – ha sostenuto invece Antonio Accurso, segretario generale regionale della Uilm – chi lavora lì sa di avere il beneficio di essere sempre utilizzato anche quando gli altri sono in cig, ma anche di essere chiamato a lavorare su turni piu’ disagiati’‘.

MOTORI Pomigliano, in tilt lo stabilimento della Fiat Panda: mancano i p...