Pirelli: gli pneumatici comunicano direttamente con l’autista

La nuova tecnologia di Pirelli permette alle gomme di comunicarne i dati direttamente all'utente che installa l'app

Pirelli, in occasione della IAA Commercial Vehicles di Hannover, ha presentato due pneumatici super innovativi.

Le nuove gomme della nota Casa produttrice sono le soluzioni all’avanguardia per la gestione delle stesse, utili per i bus, le compagnie di leasing, le auto delle flotte aziendali e molto altro ancora. Nel dettaglio, vediamone i nomi e come funzionano. La prima si chiama Cyber Fleet Smart e la sua caratteristica principale è quella di essere completamente Plug&Play. Questo significa che non ha bisogno di alcuna procedura specifica di installazione o configurazione, basta montarle e metterle in uso.

Il tutto funziona inserendo i sensori speciali all’interno degli pneumatici, che inviano i dati alla Smart App che ogni utente può installare gratuitamente sia sullo smartphone che sul tablet, scegliendo anche il layout che ritiene più adatto per i propri veicoli. Quando l’auto si trova in prossimità dello smartphone, grazie alla connessione bluetooth, è possibile fare il controllo rapidamente: i sensori inviano i dati relativi alla temperatura e alla pressione delle gomme, all’applicazione. Se il sistema dovesse rilevare una pressione troppo bassa oppure un lento sgonfiamento, allora segnala il problema mandando l’allarme allo smartphone o al tablet a cui è collegato.

Il cloud Pirelli quindi riceve tutte le informazioni relative allo stato degli pneumatici e poi li condivide con i dispositivi mobili abilitati. Se il cliente dovesse averne necessità, allora può anche scaricare una sorta di report in cui vengono indicati l’efficienza del mezzo su cui sono installate le gomme e il loro stato di utilizzo.

Oltre a questa prima tecnologia, ce n’è anche un’altra, come dicevamo, che è ancora più evoluta. Si tratta del sistema Cyber Fleet Gate, che mantiene le stesse caratteristiche del primo, ma a cui si aggiungono delle peculiarità importanti e all’avanguardia. Il tutto sta nella possibilità di automatizzare l’attività di controllo dello pneumatico. C’è un semaforo apposito che viene posizionato sul percorso della vettura che, nel momento in cui esce o entra dalla rimessa, riceve immediatamente i dati che i sensori inseriti all’interno delle gomme hanno rilevato. Come possiamo facilmente intuire, se non ci sono problemi il semaforo si illumina di verde, altrimenti si accende la luce rossa e, in quel momento, le informazioni vengono inviate al portale web apposito, il Cyber Fleet Control.

Anche in questo caso Pirelli dà la possibilità di ricevere un report periodico in cui vengono inseriti tutti i dati relativi alle gomme, che possono servire sicuramente per una migliore gestione, una maggior efficienza dei veicoli e del consumo di carburante e le indicazioni per una manutenzione predittiva. Anche per questa seconda tecnologia Fleet Gate è possibile scaricare l’app e usarla per velocizzare i processi di controllo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Pirelli: gli pneumatici comunicano direttamente con l’autis...