Pedaggio autostradale, novità in Europa: “chi inquina paga”

Le auto pagheranno il pedaggio sulle autostrade europee a seconda della quantità di emissioni di CO2

Il pedaggio autostradale potrà avere delle tariffe più costose per molti automobilisti a partire dal 2022, questo dipende da una nuova norma (già lanciata nel 2018) che è appena stata approvata dalla Commissione Europea in tema di inquinamento e ambiente.

Cosa significa? Tra poco più di un anno le macchine che inquinano maggiormente potranno essere costrette a pagare di più i loro viaggi in autostrada. La norma era già stata presentata un paio di anni fa, in questi giorni la Commissione Europea l’ha approvata: il pedaggio aumenterà a seconda del livello di inquinamento del mezzo. Sarà poi ogni Stato Membro dell’Unione Europea a decidere e approvare i parametri attraverso i quali applicare la nuova norma (con la nuova Legge di Bilancio sono state prese delle decisioni anche sugli aumenti dei pedaggi in Italia). Tutto dipende dalla quantità di emissioni di CO2 delle vetture, chiaramente è fondamentale tenere conto della regola generale stabilita dall’Unione Europea.

Inizialmente il cambiamento nel prezzo del pedaggio autostradale era destinato ai veicoli pesanti, una sorta di evoluzione del sistema Eurovignette, che definisce un quadro per il pagamento dei pedaggi autostradali e degli eventuali “bollini” invece per la circolazione dei mezzi pesanti. Ci sono dei limiti previsti nel testo che è appena stato approvato dall’Unione Europea, l’obiettivo è quello di evitare la concorrenza sleale tra i vari Stati Membri. Un esempio? Un abbonamento annuale con bollino autostradale per un mezzo che ha al massimo 3 assi (le comuni auto quindi sono comprese) non potrà superare il prezzo di 1.899 euro all’anno nel caso in cui rientri nella categoria di veicoli più inquinanti. Se invece il mezzo, dal punto di vista delle emissioni, ‘tiene molto più all’ambiente’, allora la tariffa annuale potrebbe essere di 855 euro.

Ci sono tanti vantaggi legati al testo appena approvato e quindi alle novità sul pedaggio autostradale in Europa (vedi come si calcola in Italia). I veicoli meno inquinanti potranno arrivare a beneficiare anche fino al 75% di sconto sui prezzi di oggi. Andrà ancor meglio per le auto elettriche. L’Unione Europea prevede solo un’imposizione importante, che riguarda in particolare le tempistiche: ogni Stato Membro UE deve far entrare in vigore la nuova normativa appena approvata entro due anni. Le nuove regole sulle tariffe stradali nell’Unione europea mirano a garantire un trattamento più equo degli utenti e aiutare gli Stati Membri a raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 previsti per il settore dei trasporti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Pedaggio autostradale, novità in Europa: “chi inquina paga&#822...